Non c’è pace per Sandra Bullock. La rivelazione della “bomba sexy tatuata” Michelle “Bombshell” McGeed, che ha rivelato ai media di aver avuto una focosa relazione con il marito dell’attrice proprio mentre la Bullock festeggiava il primo premio Oscar della sua carriera, è stato solo l’inizio di una bufera mediatica che non accenna a placarsi e che si arricchisce ogni giorno di nuovi particolari: l’ultimo, ripreso dal mondo intero, parlava addirittura dell’esistenza di un video hard in cui l’attrice e l’ex marito sono intenti a praticare sesso estremo abbigliati con simboli nazisti.

Ma questo deve essere stato davvero troppo per Sandra: per la prima volta, infatti, ha rotto il silenzio sulla scabrosa vicenda con un comunicato ufficiale.

L’attrice, infatti, ha inviato una nota al sito americano People.com in cui smentisce ufficialmente l’esistenza di questo imbarazzante video:

Non esiste nessuna cassetta sexy. Non c’è mai stata e mai ci sarà.

Ma la Rete, che da ieri si è scatenata intorno a questo fantomatico video, continua imperterrita a sostenere il contrario: non solo il sito che primo ha dato la notizia, Ianundercover.com, rilancia garantendo la veridicità della propria affermazione, ma Radaronline.com sostiene che i filmati hard esistenti sarebbero addirittura 12, anche se è ancora da chiarire se riguardino la Bullock o le altre amanti del marito, nel frattempo salite a quota 7.

Marito che, dalla clinica per curare la propria dipendenza dal sesso, in cui si è fatto ricoverare dopo lo scandalo, implora il silenzio dei media per provare a salvare il rapporto con la moglie, di cui si dice ancora innamorato.

Ma questa vicenda sembra ancora ben lontana dall’avere un epilogo.