Tutti in questi giorni stanno parlando della scomparsa di Sandra Mondaini, che si è spenta ieri all’ospedale San Raffaele di Milano dopo un periodo caratterizzato da grandi sofferenze. Da quando Raimondo Vianello, suo compagno nella vita ma anche nello spettacolo, se n’è andato, Sandra non è riuscita a darsi pace e dopo soli 5 mesi si è spenta, tornando tra le braccia del suo amato.

Una storia d’amore eterna, che siamo sicuri continuerà anche oltre la vita terrena. Come loro tante altre coppie hanno vissuto questo amore invincibile, molto raro ai giorni nostri. Federico Fellini e Giulietta Masina per esempio, insieme per più di 50 anni, amanti e collaboratori. 6 mesi prima della morte di Fellini, alla consegna dell’Oscar, lui dedicava il premio a lei che piangeva tra la folla. D’improvviso però il 31 ottobre 1993 si spegne e lei, incapace di vivere senza di lui, muore il 23 marzo 1994.

Storia analoga è quella tra Giorgio Amendola, partigiano, scrittore e politico italiano e Germaine Lecocq. Lui morì il 5 giugno 1980 con lei che, stroncata dal dolore muore solo poche ore dopo. Altra coppia famosa più per il loro amore che per le loro attività sono André e Dorin Gorz, trovati morti insieme nella loro dimora nel 2007. André aveva scritto un libro dedicato all’amata, in cui diceva che non l’avrebbe voluta vedere spegnersi poiché afflitta da una grave malattia, così decisero di morire insieme.

Amori davvero esemplari, che in tempi moderni fanno fatica a sopravvivere tra divorzi, separazioni e tradimenti. Intanto, con grande onore salutiamo per l’ultima volta Sandra Mondaini, già tra le braccia di Raimondo.