Sono passati appena due mesi dalla notizia della scomparsa di Raimondo Vianello, e la sua compagna di vita e di lavoro, Sandra Mondaini, ha deciso di raccontare in un’intervista il suo stato d’animo e come trascorrono ora le sue giornate.

“A volte il dolore è insopportabile”, è questa la frase carica di tristezza che ha riportato Ansa.it, dalle dichiarazioni che la Mondaini ha rilasciato a TV, Sorrisi e Canzoni. Aggiunge, inoltre, di aver smesso di giocare a carte e di non guardare più frequentemente la TV, oltre a recarsi alle sue sedute di fisioterapia.

Sandra, per sentirsi meno sola, si confida telefonicamente con Pippo Baudo, definendolo come un fratello.

Non riesco ancora a non piangere, anche se Raimondo non vorrebbe che piangessi.

Queste le parole durante l’intervista e, quando le viene chiesto cosa desidera nell’immediato futuro, parla della creazione di una fondazione, con lo scopo di aiutare bambini gravemente malati. A dimostrazione che anche perdendo la persona più importante nella sua vita, Sandra non ha perso la voglia di aiutare gli altri.