La perdita di Raimondo Vianello ha colpito un po’ tutti, affezionati e non, perché è stato uno dei volti che ha caratterizzato la storia del piccolo schermo dell’intero stivale. Attore, comico, sceneggiatore, conduttore televisivo: ha fatto un po’ di tutto nella sua carriera e, stando alle parole della moglie, Sandra Mondaini, è stato soprattutto un ottimo marito.

E proprio la Mondaini si è mostrata alquanto commossa in seguito al comportamento e al calore che la gente comune le ha dimostrato dopo la scomparsa del marito.

La signora Mondaini ha, senza dubbio, risentito più di tutti per il grave lutto e sembra aver subito un peggioramento delle sue condizioni psicofisiche negli ultimi giorni. Da martedì è ricoverata presso la casa di cura San Rossore a Pisa. Queste le parole del professor Giovanni Battista Cassan:

La signora Mondaini è ospite della casa di cura da alcuni giorni ma solo per controlli a seguito delle sue condizioni psicofisiche dopo il gravissimo lutto che l’ha colpita. Sono legato a lei da una lunga amicizia e nelle ore seguenti alla scomparsa del marito, nel porgerle le condoglianze, mi aveva chiesto se avessi potuto esserle vicino a Milano in quelle ore così difficili per lei. Dopo il funerale ci siamo di nuovo sentiti e abbiamo deciso di comune accordo che sarebbe venuta nella casa di cura per effettuare un check up generale. Posso dire che le voci su una possibile, nuova patologia tumorale, sono del tutto infondate. Le condizioni della signora Mondaini sono complessivamente buone anche se lo stato di prostrazione psicofisica è comprensibile dopo un grave lutto, tanto più considerando il rapporto che la legava da moltissimi anni a Raimondo Vianello.