Non sono passate neanche 24 ore dalla morte di Sandra Mondaini e già si parla di eredità contesa

A chi spetterà il patrimonio Mondaini-Vianello? Ai nipoti? Alla famiglia filippina? Una famiglia che, stando alle dichiarazioni di Virginia Vianello, nipote di Raimondo, non è mai stata adottata.

Virginia è sconvolta, ha saputo della morte della zia solo dalla TV.

Da tempo a noi nipoti, che le siamo sempre stati tanto vicino, veniva impedito di vederla. Non riuscivano più a metterci in contatto con lei perché ogni volta che telefonavamo o cercavamo di andarla a trovare, i domestici filippini o chi per loro ci dicevano che non era possibile. Ogni scusa era buona: stava dormendo, non stava bene, era uscita.

L’ultima volta che Virginia ha visto la zia è stato nella clinica di San Rossore. In quell’occasione, sempre stando alle dichiarazioni della nipote, Sandra avrebbe espresso il desiderio di voler andare a vivere da lei a Roma.

Quanto all’adozione:

Non è mai stata formalizzata nessuna adozione nei confronti dei domestici filippini e lo hanno riconosciuto anche loro in una recente intervista. Non mettiamo in dubbio ciò che quella famiglia ha fatto per i nostri zii. Sia zio Raimondo che zia Sandra erano molto affezionati a loro, i due domestici e i loro figli, soprattutto il più piccolo, Raymond, che era praticamente nato in casa, ma è stato accertato che non c’è stata alcuna adozione.

Detto ciò, cosa ne sarà del patrimonio di Sandra e Raimondo? Secondo alcune fonti Raimondo avrebbe lasciato tutto alla moglie. Non si sa niente invece del testamento di Sandra, se sia mai stato scritto e a chi abbia lasciato tutti i suoi beni: ai nipoti che non vedeva da tempo o alla famiglia filippina? Come si dice, in ballo c’è un “bel gruzzoletto”: oltre ai beni patrimoniali, c’è da risolvere la questione dei diritti d’immagine.