Sono Al Bano e Patty Pravo le ultime due vittime della giuria demoscopica di Sanremo, dopo Anna Oxa e Anna Tatangelo. Non è detta, però, l’ultima parola per i cantanti respinti: gli artisti potranno sperare nel ripescaggio, pensato per riportare in gara due degli esclusi prima della finale di sabato.

La seconda puntata del Festival di Sanremo è stata archiviata senza troppi intoppi e, soprattutto, probabilmente sprovvista dalle polemiche che ne hanno caratterizzato l’esordio. Il duo comico di Luca Bizzarri e Paolo Kessissoglu, infatti, sembra aver colto l’invito di Mauro Mazza, che proprio ieri richiedeva una maggiore scelta bipartizan della satira politica. Forse per questo, le due Iene hanno attaccato altri personaggi noti in Italia, da Roberto Saviano al Papa, anche se lo sfondo di ogni caricatura ha inevitabilmente rimandato a Silvio Berlusconi.

Galleria di immagini: Sanremo 2011, seconda puntata

Dal punto di vista prettamente canoro, ieri si sono ripresentati al pubblico sanremese i big sopravvissuti al primo turno, a cui si sono aggiunti quattro nuove proposte: Anansie, Gabriella Ferrone, Raphael Gualazzi e Serena Abrami. Dei giovani, solo le atmosfere un po’ retrò di Gualazzi e la melodica Abrami, già reduce da X-Factor, hanno convinto il televoto. Dei big, come già sottolineato, a farne le spese sono stati la camaleontica Pravo e un rinnovato Al Bano, presentatosi alla kermesse con un brano dedicato all’uccisione di una prostituta.

Due momenti musicali extra-gara, inoltre, hanno coinvolto il palco del Teatro Ariston. Il primo in compagnia dell’attore Andy Garcia, che si è lanciato al piano in un’atmosfera da “Buena Vista Social Club”. Il secondo con Eliza Doolittle, la giovane popstar che con “Pack Up” e “Skinny Genes” da mesi ha conquistato i favori dei ragazzi di tutta Europa.

Per quanto riguarda l’innocuo scontro tra le due madrine di Sanremo, ovvero Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez, è stato facile ravvisare uno stile di conduzione e una partecipazione diversa. La Rodriguez si è caratterizzata per una presenza sobria, elegante e mai inopportuna. Una Belen che, a conti fatti, stupisce piacevolmente per essersi slegata dallo stereotipo di bomba sexy e dannata con cui si è soliti definirla. Più spontanea e senza freni la Canalis, che non ha perso occasione di lanciarsi in battute e commenti al conduttore. Il suo atteggiamento rischia di essere considerato forse esagerato e presenzialista, visto che in più di una occasione la bella sarda ha addirittura interrotto il padrone di casa Gianni Morandi.

Questa sera attende il pubblico lo speciale dedicato ai 150 anni dall’Unità d’Italia, con un intervento di Roberto Benigni previsto per le 20.40. L’evento proseguirà, poi, con i duetti tra i cantanti in gara e volti noti della musica e dello spettacolo italiano.