Si sono accesi i riflettori sulla 66a edizione del Festival di Sanremo e, mentre le orecchie sono tutte impegnate ad ascoltare le canzoni in gara, gli occhi non possono fare a meno di cadere sul look dei protagonisti. La prima serata, bisogna proprio dirlo, ha regalato delle chicche e non solo in senso positivo: in alcuni momenti, infatti, la sensazione era quella di ritrovarsi catapultati all’improvviso in una festa di Carnevale.

Galleria di immagini: Sanremo 2016, prima serata: i look migliori e peggiori

Regina incontrastata di eleganza è stata la co-conduttrice Madalina Ghenea, che ha sfoggiato tre splendidi abiti da sera firmati Alberta Ferretti: il primo in stampa animalier, il secondo nero da sirena con inserti di piume e il terzo in stile charleston color oro.

Virginia Raffaele ha accompagnato per tutta la serata il conduttore Carlo Conti nei panni di Sabrina Ferilli, quindi non ha disdegnato qualche strass di troppo, ma a lei si concede questo e altro. Non è passato di certo inosservato, poi, l’outfit della super-ospite Laura Pausini, che ha indossato un abito lungo cipria e nero, accompagnato da una lunga giacca con degli inserti gioiello: un mix di moderno e barocco, coraggioso e quindi da premiare.

Arriviamo quindi alle fanciulle in gara. Sia Noemi che Irene Fornaciari hanno puntato sulla semplicità con lunghi abiti a tinta unita: la prima in nero con scollatura a v molto profonda, la seconda in blu con scollatura sulla schiena. Promosse entrambe.

Tiriamo invece le orecchie allo stylist di Deborah Iurato, che le ha fatto indossare un abito da damigella di nozze color bordeaux, con tanto di top ricamato dall’effetto nude: non solo non era bello in sé, ma difficilissimo da indossare per una ragazza curvy. In tanti hanno storto il naso davanti all’outfit di Arisa, che ha scelto un vestitino corto stile maxi-polo: forse troppo casual per il palco dell’Ariston.

Che dire invece degli uomini? Impeccabili Carlo Conti e Gabriel Garko, mentre non si può dire lo stesso del super-ospite Elton John che, nonostante il passare degli anni, non sembra voler proprio rinunciare alle sue sgargianti giacche con strass.

Tra i concorrenti abbiamo invece notato una trend: gli over 30 sono quelli che hanno osato di più. Da un lato quindi ci sono Lorenzo Fragola e i Dear Jack che hanno scelto degli abiti scuri classici, dall’altro gli Stadio in versione dandy e Ruggeri in modalità rocker (con tanto di jeans e chiodo). Rocco Hunt non tradisce lo stile da rapper, ma lo fa indossando giacca e t-shirt dai toni scuri con dei ricami bianchi: l’effetto è quello di un Pulcinella dark. Meglio Giovanni Caccamo che ha dato un tono di vivacità al suo abito scuro con una camicia fantasia. I Bluvertigo invece non deludono le attese: Morgan elegante con tanto di papillon, Andy con una giacca optical, Livio in abito a pois e Sergio in abito scuro un po’ Seventies.

E pensare che questo è solo l’inizio!