A Sanremo 2016 si è sospesa per un attimo la gara ufficiale per dare spazio a quello che è ormai diventato un fiore all’occhiello del Festival, ovvero la serata delle cover. Inutile dire che i cantanti sul palco si sono sbizzarriti con le loro versioni di classici della musica italiana e lo stesso è stato per i look, ma i risultati non sono sempre stati dei migliori.

Galleria di immagini: Sanremo 2016: i look migliori e peggiori della terza serata

Ecco quindi la nostra pagella moda di oggi, con i promossi e i bocciati della terza serata del Festival di Sanremo 2016.

I look peggiori alla terza serata di Sanremo 2016

  • Madalina Ghenea. Finora è stata meravigliosa e impeccabile, ma gli outfit firmati Vionnet che la co-conduttrice del Festival ha indossato in questa terza serata non ci sono piaciuti. Il primo azzurro sembrava un lampadario, il secondo aveva dei tagli sul corpino che potevano essere risparmiati e il terzo aveva uno strascico da sposa all’altare. Bisogna però dire che, nonostante tutto, Madalina li portava splendidamente: d’altra parte quando qualcuno ha la sua grazia è inevitabile.
  • Arisa. Non ce ne voglia, ma nonostante il suo mini-abito multicolor sixties non fosse male, non si può dire fosse adatto a lei, dato che tendeva ad allargarle la figura.
  • Irene Fornaciari. Per lei una giacca stile maschile e un paio di pantaloni in eco-pelle, purtroppo abbinati a una maxi casacca a taglio trasversale decisamente troppo ampia e lunga. Non ci è piaciuta.
  • Dear Jack. Volevano essere eleganti con i loro abiti scuri in raso nero, ma tra le maxi-cravatte e il frac del cantante Leiner profilato con degli strass hanno finito per essere delle macchiette. Però abbiamo fiducia nei ragazzi e sappiamo che possono fare di meglio.
  • Clementino. Per il rapper pantaloni non propriamente eleganti con camicia biance e gilet: un outfit che fa troppo ragazzo di campagna.
  • Valerio Scanu. L’outfit sarà stato anche di Pignatelli, ma non ci è piaciuto: abito blu elettrico con camicia a pois e papillon. Una sola parola: orrore.
  • Rocco Hunt. Il giovane rapper ha indossato un abito blu con t-shirt dalla fantasia marina e il suo collare, cioè una catena. Scusaci Rocco, ma gli outfit tamarri non si possono sopportare, soprattutto su quel palco.
  • Neffa. Giacca color petrolio damascata, camicia stessa tonalità, pantaloni blu e cappello. Inguardabile, di nuovo.

I look migliori alla terza serata di Sanremo 2016

  • Noemi. Perfetto il suo abito pantalone firmato da Bianca Gervasio. Un total black morbido, con un top dalle maniche trasparenti e uno scollo molto profondo, elegante e sensuale al tempo stesso.
  • Deborah Iurato. Dopo che lo stilista Francesco Paolo Salerno ha deciso di dissociarsi da lei, la cantante si è finalmente vestita bene con un bel tailleur pantalone nero che l’ha valorizzata come si deve.
  • Patty Pravo. Per la divina un abito nero lungo in velluto con top dai ricami barocchi, con tanto di pettinatura punk. Come non adorarla?
  • Dolcenera. La cantante continua a sfoggiare le creazioni di Gabriele Fiorucci Buccianelli, scegliendo per la terza serata un abito bianco con un super-spacco e qualche trasparenza, sensuale e mai volgare. Un tripudio di femminilità.
  • Francesca Michielin. Per lei ancora outfit firmato Au Jour Le Jour, stavolta più indovinato: parliamo di una bella tuta pantalone nera con qualche inserto in strass. Elegante e sbarazzina al tempo stesso.
  • Annalisa. La cantante si è presentata ancora una volta sul palco con un outfit firmato dalla maison Mario Dice. Per lei un abito rosso fuoco da sirena con top a tagli irregolari. Incantevole.
  • Carlo Conti. In blu Pignatelli, impeccabile. E anche più affascinante.
  • Gabriel Garko. Il sexy co-condutture ha aggiustato il tiro ed è stato perfetto, con abito scuro camicia bianca. Sempre sartoria Battiston.
  • Zero Assoluto. Stavolta il duo ci è piaciuto, anche sul fronte look. Matteo Maffucci con giacca nera lucida, pantaloni grigi e camicia bianca; Thomas De Gasperi in total blu con gilet dello stesso colore e camicia bianca.
  • Giovanni Caccamo. Perfetto, con il suo abito portato con una t-shirt scura.
  • Alessio Bernabei. Stavolta la giovane pop-star è stata consigliato bene e ha tirato fuori dall’armadio un abito elegante nero con cravatta, abbinandolo a delle scarpe rosse lucide. Bravo!
  • Lorenzo Fragola. Abito elegante con camicia bianca. Un vero lord.
  • Elio e le storie tese. Per loro con un look sfacciatamente anni’70 con tanto di parrucche e basettoni finti. Geni assoluti.
  • Enrico Ruggeri. Lui insiste a fare il rocker con i jeans e il chiodo, stavolta verde. Sì alla voglia di essere anticonvenzionali.
  • Bluvertigo. Morgan sembrava uscito dalla Corte di Francia con la sua giacca rossa e la camicia nera con ruches; Livio ed Andy perfettamente a loro agio con abiti fantasia chiari; Sergio in giacca bianca e pantaloni scuri. Impossibile non adorarli.
  • Stadio. Abbiamo già sottolineato l’eleganza degli Stadio, confermata anche nel corso di questa serata. Ci sembrano persino più affascinanti rispetto a un tempo.
  • Pooh. Che dire: saranno anche avanti con l’età ma nei look sono sempre dei ragazzini. Per loro giacche di colori diversi (anche sgargianti) portate con t-shirt scure.
  • Hozier. Per il super-ospite internazionale pantaloni skinny, camicia slim e giubbetto di pelle. Mettiamoci poi il suo capello lungo spettinato e avremo la perfezione.