Sanremo, Adriano Celentano e Rai di nuovo al centro delle polemiche. Non passa giorno senza che questa edizione del Festival della canzone italiana e il suo ospite più illustre finiscano sui giornali per qualche caso mediatico, reale o creato ad arte per far girare l’attenzione attorno all’evento non è dato sapere, sta di fatto che a una settimana dall’inizio di Sanremo la Rai ha bloccato lo spot che avrebbe dovuto lanciare la kermesse e soprattutto la presenza di Celentano.

Galleria di immagini: Adriano Celentano e Sanremo

Lo spot incriminato e censurato riprende una sequenza del programma “Fantastico 1987” in cui il “Supermolleggiato” invitava a cambiare canale e sintonizzarsi su Canale 5. Una presentazione in stile ironico, come è tipico di Adriano Celentano, ma la Rai evidentemente l’ha ritenuto contro la politica aziendale e poco adatto a presentare un Festival così istituzionale quale quello di Sanremo.

Da parte del Clan Celentano la reazione è stata di stupore, dal momento che da contratto si garantiva completa libertà artistica, anche nella pubblicità. Ma se due dei tre spot previsti sono stati accettati e già programmati, l’ultimo evidentemente ha creato qualche problema alla Rai che lo ha ritenuto possibile fonte di equivoco.

Soprattutto dopo le numerose polemiche girate intorno al cachet per Adriano: 350 mila euro per una serata, 700 mila se le esibizioni saranno due, 750 mila se apparirà più di due volte. Unica consolazione che il guadagno sarà devoluto a Emergency e alle famiglie bisognose di sette città. Intanto Celentano con l’inseparabile moglie e manager Claudia Mori ha iniziato le prove sul palco dell’Ariston.

Fonte: Ansa