Sanremo: prima serata con i fuochi d’artificio, anche se i ritmi sono lenti, per via dell’assetto ormai ultra-sessantennale del Festival della Canzone Italiana (e forse per le logiche di share). La grande sorpresa, ma non troppo, è quella rappresentata da Luciana Littizzetto, che in abito corto ha frantumato in un momento la tradizione delle vallette piacenti e sorridenti sul palco dell’Ariston. Cinica e sagace, Lucianina si è mossa ccome se quel palco le appartenesse da sempre, come se una tradizione sia valida solo quando la si polverizza.

=> Scopri le prime polemiche per Sanremo

Galleria di immagini: Sanremo, prima serata

Sicuramente quello che più ha colpito dello show a Sanremo è stata la polemica relativa all’esibizione di Maurizio Crozza, che esordendo nelle vesti di Silvio Berlusconi ha scatenato le proteste in platea. Eppure, non c’era malizia nelle intenzioni di Crozza, perché ha imitato anche Pierluigi Bersani, Antonio Ingroia e Luca Cordero di Montezemolo, rispettando così anche la par condicio della satira. Tra le battute verità di Crozza:

«Tutto il Paese quando c’è Sanremo si blocca – non è che quando non c’è Sanremo va a mille – Ora c’è la campagna elettorale e anche allora il Paese si blocca e per agevolare il processo ha pure nevicato… Cos’hanno in comune il Festival di Sanremo e le elezioni? Che chiunque vinca non conta una mazza.»

La polemica nei confronti di Crozza è stata stridente e ha rubato spazio alla vera protagonista del Festival, la canzone, oltre che mortificare l’espressione artistica del comico. Ma ormai, in Italia, sembra usanza protestare incondizionatamente contro chi esprima un parere contrario al proprio, senza neppure finire di ascoltare ciò che l’altro ha da dire. Tra gli ospiti della prima serata del festival, da segnalare la presenza di Toto Cutugno e Felix Baumgartner.

=> Scopri le canzoni dei big a Sanremo

Le canzoni dei primi sette big che passano il turno sono L’Essenziale di Marco Mengoni, Sai (Ci Basta un Sogno) di Raphael Gualazzi, A Bocca Chiusa di Daniele Silvestri, La Felicità di Simona Molinari e Peter Cincotti, Vorrei di Marta sui Tubi, È Colpa Mia di Maria Nazionale e Il Futuro Che Sarà di Chiara Galiazzo.