Sara Tommasi vuole rivalersi attraverso la giustizia dei danni causati dal suo film porno. Ad annunciarlo è il suo avvocato, Alfonso Luigi Marra, anche se i commenti di Dagospia nei confronti di quest’ultimo sono stati tutt’altro che lusinghieri, con l’avvocato accusato in primis di aver fatto spogliare la soubrette contro il signoraggio bancario.

Galleria di immagini: Sara Tommasi porno

Tuttavia, per molte persone appare innegabile che Sara Tommasi non fosse in grado di intendere e di volere, tanto che è stata in ospedale per curarsi. Il nodo della questione è se la soubrette riuscirà a provarlo in tribunale, se riuscirà a provare che alla firma del contratto con Federico De Vincenzo fosse in stato di palese incapacità.

Intanto, pare che di materiale girato ce ne sia a iosa: Sara Tommasi avrebbe detto di aver firmato per la realizzazione di un calendario, ma in realtà già per ieri era stata annunciata l’uscita di un nuovo film porno che la vede protagonista con il “secchione” Luca Tassinari. Marra ha dichiarato l’intenzione di fare causa:

«Sara Tommasi intende richiedere il sequestro delle somme tutte ottenute dalla commercializzazione del film o dei film, e comunque la somma di 10 milioni di euro di risarcimento danni patrimoniali e non patrimoniali per il primo film, e di 5 ulteriori milioni di euro per la pubblicazione di ogni ulteriore altro.»

Anche la madre della soubrette, Cinzia Cascianelli, si è pronunciata sulla questione:

«Ribadisco ora la mia intenzione di sporgere da oggi in poi denunce contro chiunque cercherà di usare, sfruttare o manipolare Sara per pseudo lavori. Lei ha ancora, e ora più che mai, bisogno di tranquillità, riposo e cure, come da prescrizione dei medici che la seguono.»

Fonte: Panorama.