Sara Tommasi sta meglio e consiglia la sua clinica a un politico che ha mostrato in altre dichiarazioni di stimare molto, Silvio Berlusconi. Ripresasi dalla depressione – la soubrette è anche ingrassata un po’ – Sara non dimentica di non aver raggiunto i suoi sogni, né dimentica come l’ex premier non abbia mai raggiunto una carica a lui ambita: la Presidenza della Repubblica.

Galleria di immagini: Sara Tommasi porno

Non sempre nell’ultimo periodo le notizie su Sara Tommasi sono state positive, ma questa lo è. La soubrette ha rilasciato un’intervista a Oggi in cui consiglia la sua stessa clinica, in cui i suoi familiari l’hanno ricoverata quando è entrata in crisi e non voleva più mangiare, a Silvio Berlusconi. L’ex premier comunque, nonostante alcune vicissitudini giudiziarie che non sono finite bene negli ultimi giorni e altre pendenti, non sembra affatto aver perso il suo smalto, anzi sono in molti tra gli elettori di centrodestra a chiedersi se e quando tornerà a fare politica.

Sara Tommasi ha dichiarato:

«Ho preso otto chili, ne avevo bisogno. Ero molto debilitata, la depressione non mi faceva mangiare. Non voglio più vederla quella gente [chi l’ha lanciata nel mondo del porno, ndr], mi ha usata. Ho perso il controllo, non dormivo mai, stavo giorni senza mangiare. Di fronte alla preoccupazione dei miei è scattata una molla e ho deciso di ricoverarmi. In quella clinica usano un ottimo metodo, lo consiglio a Berlusconi, che è depresso. Anche lui, come me, non ha ottenuto quel che voleva. Sognava di fare il presidente della Repubblica, io di recitare a Hollywood.»

Negli ultimi giorni si è parlato che del nuovo film porno che dovrebbe vedere la Tommasi fra le attrici, La Pupa e il Nerchione. La pellicola ha come protagonista Luca Tassinari, che ha raccontato nei giorni scorsi di aver girato nelle passate settimane, prima del ricovero della soubrette, che tra l’altro gli è apparsa molto lucida rispetto al primo film Sara Contro Tutti. Tuttavia, se fossero vedere le indiscrezioni sui cachet ricevuti, probabilmente la mamma della Tommasi avrebbe ragione nel definire la figlia sfruttata, dato che Tassinari ha detto di aver ricevuto 15.000 euro, mentre Sara forse solo 5.000. Resta in sospeso il giallo delle riprese proprio a ridosso dell’esplosione della malattia della Tommasi.

Fonte: Jugo.