Sara Tommasi colpisce ancora, ma questa volta completamente vestita: l’ex-schedina di Quelli Che Il Calcio torna a difendere Alfonso Luigi Marra e il suo pensiero contro il Presidente del Consiglio Mario Monti.

Dopo Vittorio Sgarbi, che aveva prestato il suo viso per difendere la filosofia di Alfonso Luigi Marra e pubblicizzare i suoi libri, adesso è di nuovo Sara Tommasi a dire la sua contro il signoraggio bancario. Come se non bastasse l’impegno nel suo primo porno Sara Contro Tutti, lasciato ai posteri per questa causa, la Tommasi gira un video vestita dedicandolo al Premier Mario Monti.

Galleria di immagini: Sara Tommasi porno

Per intimorire e convincere il Capo del Governo Tecnico a fare marcia indietro sui provvedimenti presi nei confronti della crisi economica, il videoclip della Tommasi si apre con il ritornello di una canzone neomelodica napoletana sconosciuta ai più dal titolo Comm’ Ommo Si’ Nu Bluff, ovvero “Come uomo sei un bluff”.

L’ex-bocconiana porta al pubblico il messaggio dell’ex-parlamentare di Forza Italia, descrivendo le decisioni prese da Mario Monti come leggi a danno della giustizia e dell’economia. E poi si ricomincia col repertorio marriano che va dal complotto dei Bilderberg al signoraggio bancario.

Sembra strana la decisione di Marra di far tornare in campo la Tommasi dopo aver utilizzato la reputazione e la cultura di Vittorio Sgarbi per sponsorizzare i suoi libri. L’intervento del critico d’arte, infatti, è stato breve ma pieno di significato:

«Il sistema per fermare i libri di Marra gli ha già scatenato contro i silenzi e le parole di chi ha il potere di influenzare i pensieri, ma è una violenza perché sono libri di un’importanza e una verità incomprimibili. Sono la nuova cultura. Leggili: non conoscerli è la nuova ignoranza»

Fonte: CorriereWeb