Sara Tommasi, si infittisce il mistero sul probabile trattamento sanitario obbligatorio di cui potrebbe essere stata oggetto. Ci sono delle voci discordanti, relative a due persone che sarebbero legate alla soubrette. La prima è quella di Gabriele Paolini, noto come disturbatore televisivo con in biografia anche un film hard, Dottor Gay & Mr. Hide. Paolini in questi giorni ha mostrato di essere legato da affetto nei confronti della Tommasi, ma non si sa come l’abbia conosciuta, né la natura dei loro rapporti, se semplicemente di amicizia o di natura anche professionale. La seconda persona è Alfonso Luigi Marra, avvocato che si batte contro il signoraggio bancario, con cui la Tommasi è stata legata sentimentalmente da svariato tempo.

Galleria di immagini: Sara Tommasi, l'evoluzione

Ormai da mesi, le cronache relative a Sara Tommasi si tingono di giallo. Stavolta c’è il più fitto mistero riguardo al TSO, raccontato da Paolini su Facebook e rimbalzato da una giornalista di gossip, Gabriella Sassone. In realtà, pare che non si sia trattato di un vero TSO, che deve essere autorizzato dal sindaco della città in cui il soggetto che sarà sottoposto al trattamento risiede. Ma il presunto TSO della Tommasi, secondo le parole dello stesso Paolini, era stato richiesto da Alfonso Luigi Marra, preoccupato per le condizioni della sua ex, per la quale molto probabilmente nutre ancora affetto e stima. È abbastanza normale: i due sono stati insieme per molto tempo, accade che anche dopo la rottura, due persone restino legate da buoni sentimenti.

In realtà, il trattamento sanitario cui sarebbe stata sottoposta Sara Tommasi sarebbe stato tutt’altro che obbligatorio: Marra, insieme con la madre Cinzia, ne avrebbe discusso con la soubrette e anche la durata di cinque giorni sarebbe stata concordata. Quindi il TSO non ci sarebbe mai stato, almeno secondo le parole di Marra. Che contrastano con quelle di Paolini. I due si sarebbero conosciuti perché la Sassone avrebbe dato al disturbatore televisivo il numero telefonico dell’avvocato, ma Marra avrebbe interrotto i rapporti con Paolini dopo aver saputo che questi era sotto contratto con Federico De Vincenzo, controverso produttore di Sara Contro Tutti.

Adesso la Tommasi sarebbe in una località sconosciuta ai più, ma nota solo a Marra ai familiari, anche per paura di nuovi collegamenti di Sara con il mondo del porno. Lo spettro dello sciacallaggio mediatico incombe sempre sulla soubrette: il suo film porno ha venduto tantissimo, è stato scaricato tantissimo, Marra parla di milioni di guadagno, ma in fondo ora si dovrebbe parlare d’altro o al limite tacere per rispetto. La salute di Sara Tommasi è importante, è importante che stia bene, così come per tutte le persone che hanno passato un momento quanto meno strano della loro vita.

Fonte: Giornalettismo.