Sara Tommasi ha compiuto in questi anni uno sviluppo della personalità molto veloce. Se si fosse in un romanzo di qualche scrittore russo, tutto sarebbe forse abbastanza normale, ma c’è chi non comprende come un’ex bocconiana sia passata da una laurea in Economia con 105 a girare film porno.

La storia di Sara Tommasi stringe al cuore per certi versi e per altri versi fa rabbia: era una studentessa brillante che ha fatto ovviamente delle scelte sbagliate. È stata coinvolta nel Rubygate per via di SMS inviati a Silvio Berlusconi, e in uno c’è anche scritto:

Galleria di immagini: Sara Tommasi porno

«Silvio, vergognati. Mi hai fatto ammalare. Paga i conti dello psicologo.»

Sembrava essersi ripresa Sara Tommasi con la sua love story con Alfonso Luigi Marra. Ma i suoi eccessi si sono visti quando si è mostrata in mutande a uno sportello Bancomat o nuda in alcuni spot contro il signoraggio bancario, in cui molti si sono ritrovati a chiedersi: è vero idealismo o solo esibizionismo?

Ora il film porno, il presunto consumo di sostanze stupefacenti, la difesa da parte di Selvaggia Lucarelli e Fabrizio Corona contro chi la sfrutta o potrebbe sfruttarla: sicuramente la Tommasi in questo momento ha bisogno di amici, da ascoltare e che la ascoltino, sperando che spettatori e mondo del lavoro le diano una reale seconda possibilità di redenzione.

Fonte: Corriere della Sera.