Sara Tommasi non è morta di overdose come qualcuno aveva ipotizzato qualche giorno fa. Anzi, fortunatamente sta bene: è solo volata a Miami per due serate organizzate dal suo agente.

Certo, non avere sue notizie aveva scatenato gli allarmismi più disparati: in questo periodo la Tommasi non manca di far avere sue notizie ogni giorno, per cui quando è assente dalle cronache rosa si finisce per preoccuparsi. Tanto che la madre pare avesse ipotizzato una fuga di casa della soubrette.

Galleria di immagini: Sara Tommasi

Invece Sara Tommasi era a Miami e complice il fuso orario favorevole dovrebbe riuscire a essere, come da programma, a Milano al Just Cavalli Hollywood, locale fondato dallo stilista Roberto Cavalli e frequentato da una clientela selezionata. Non si sa se approfitterà di questo appuntamento per pubblicizzare ancora il suo film porno o trovare un nuovo amore.

Per quanto le sia vicino, Alfonso Luigi Marra sembra quindi che non sia più il compagno di Sara Tommasi e quindi lei potrebbe essere in cerca di un nuovo fidanzato, possibilmente tollerante sulla questione del film hard: la Tommasi infatti non ha ancora smentito l’hard show di Firenze il 30 giugno, per cui forse chi desidera condividere i sentimenti con Sara, deve anche prepararsi a tutto.

Oltre a Selvaggia Lucarelli, comunque, Sara Tommasi è stata difesa anche da altre persone: c’è chi l’ha accostata ad attivisti per i diritti, c’è anche chi, come facevano le femministe negli anni ’70, la appoggia sostenendo che la sua è una lotta della donna per il possesso del proprio corpo. E il fatto che queste difese vengano da donne ha ancora più valore. Che dopo la lotta contro il signoraggio bancario, la Tommasi inizi a sposare con il suo corpo altre nobili cause?

Fonte: Voce d’Italia.