Concetta Serrano, madre di Sarah Scazzi, ha commentato a Quarto Grado l’arresto cautelare della sorella Cosima Serrano. Concetta è sbigottita, come potrebbe essere una sorella nel momento in cui si indaga su una congiunta relativamente al brutale assassinio della propria figlia appena quindicenne. Quella che ci appariva inizialmente come una granitica sfinge, parla ancora una volta a cuore aperto della tragedia che le ha sfasciato gli affetti più cari.

L’indignazione è il sentimento prevalente mentre Concetta spiega come siano coinvolti tutti i Misseri in un omicidio che ha suscitato orrore in tutta Italia, per la sua brutalità e per l’essersi consumato su una ragazzina dolce e gioiosa come Sarah è apparsa a tutti noi.

[Gallery not found]

Concetta riserva solo parole di sdegno verso Cosima, ipotizzando persino la premeditazione:

“In questi mesi è sempre stata sfrontata, senza mai mostrare un briciolo di rimorso per mia figlia. Mi ha lasciata indignata. Cosa sapeva Sarah, cos’ha mai detto Sarah per essere uccisa?”

Non sappiamo se le indagini chiariranno esattamente cosa è accaduto, dato che i Misseri stanno facendo a gara a fornire versioni dei fatti incongruenti. Concetta, infine, ha compreso la reazione di Avetrana, che ha festeggiato all’arresto di Cosima: per la mamma di Sarah si tratta solo di sentimenti di giustizia, da parte dei suoi concittadini.