Il caso dell’omicidio di Sarah Scazzi sembra arrivato a una giornata decisiva. Mentre in mattinata dovrebbe arrivare la decisione del GIP di Taranto Martino Rosati in merito alla richiesta di arresto, le accuse degli inquirenti sembrano ormai passare sempre più da Michele Misseri alla figlia. Sabrina Misseri però continua a proclamarsi innocente e da dietro le sbarre si dichiara pentita di una cosa: essere apparsa troppo in video.

Perché mi odiano tanto? Sono stata troppo in televisione, adesso lo capisco, ma l’ho fatto solo perché credevo che potesse essere utile per ritrovare Sarah.

Intanto una giornalista di “Chi l’ha visto?” ha reso pubblico un messaggio che la ragazza le ha mandato il giorno del funerale della cugina:

Mi faccio schifo, sono l’unica che non è andata, ma non ce l’ho fatta.

La sua amica Liala, intervista dal Corriere della Sera, parla di come Sabrina sia sempre stata pessimista: “Non vedeva mai la luce in fondo al tunnel, era una pessimista inguaribile” e racconta di come l’amica fosse molto appassionata di televisione e in particolare del Grande Fratello, anche se non si immaginava dentro la casa e diceva: “Non posso farcela ad avere successo”.

Il caso di Avetrana resta quindi aperto e i riflettori rimangono puntati su questa piccola cittadina del Salento, anche se, come ha scritto qualcuno in un muro vicino alla casa dei Misseri: “Qui non è Hollywood“.