Lo sbiancamento naturale dei denti rappresenta un’alternativa molto economica rispetto al trattamento proposto dal dentista, più costoso ma in alcuni casi indispensabile. Per farlo in casa, in tutta comodità, basta impiegare il bicarbonato, un alleato prezioso per il propria igiene orale.

Per sbiancare i denti senza troppa fatica e denaro è possibile utilizzare il bicarbonato in dei modi differenti. È però importante non esagerare con la frequenza poiché il bicarbonato può corrodere lo smalto dei denti, che è indispensabile poiché protegge il dente dall’usura e dall’attacco acido dei batteri che provocano la carie. Inoltre un utilizzo eccessivo del bicarbonato può arrecare gravi danni come sanguinamento gengivale, ipersenbilità dentale, alterazioni della flora batterica presente nella bocca e altro. Attenzione dunque a come e a quanto lo si usa.

Per usare il bicarbonato come collutorio è sufficiente scioglierne un cucchiaino in un litro d’acqua. Non solo è utile allo sbiancamento dei denti ma anche a rinfrescare l’alito e a prevenire la carie. Un altro rimedio naturale per sbiancare i denti ed eliminare le macchie è invece quello di mettere del bicarbonato sullo spazzolino da denti (coprendo tutte le setole), e usarlo come un normale dentifricio.

Terza ricetta fai-da-te per avere denti più bianchi: occorre spremere un po’ di limone su un cucchiaino con del bicarbonato di sodio. Con il dito indice, prendere un po’ di questo composto e sfregarlo sui denti, in maniera delicata. E ancora: aggiunto a qualche goccia d’acqua, il bicarbonato diventa una pasta dentifricia sbiancante naturale per denti.

Si ricorda che i peggiori nemici dei denti bianchi sono sostanze come caffè, tè, cioccolato e tabacco. Meglio dunque non consumarle o quanto meno non eccedere, altrimenti sarà difficile avere un sorriso smagliante ancora a lungo.

Foto: Closeup on happy young woman brushing teeth – Shutterstock