Il matrimonio è davvero il momento più bello e più atteso nella vita di una donna? Se così fosse sempre e comunque non esisterebbe il divorzio, un’arma utile quando l’amore finisce, ma non solo: molto spesso a fronte di violenze familiari, fisiche o psicologiche, è la sola possibilità di una donna di riappropriarsi della propria vita, anche se questo spesso comporta problemi di varia natura. Ma è possibile che una sposa scappi prima delle nozze?

Certo che sì: il matrimonio non è una scelta da farsi alla leggera, perché richiede una buona dose di pazienza nell’accettazione dell’altro. Suvvia, ad alcune persone il pensiero di svegliarsi ogni giorno della propria vita accanto allo stesso uomo terrorizza veramente, ma a parte le astrazioni del caso, non è detto che la strada sia sempre tutta in discesa. Così ci sono delle persone che si sposano e poi, dopo solo pochi mesi, affrontano un fastidioso, lungo, costoso divorzio. Perché? Non sarebbe meglio palesare i dubbi prima del matrimonio o provare la convivenza per comprendere cos’è la quotidianità vissuta accanto all’altro?

Se si hanno dei dubbi, meglio interrompere l’organizzazione del matrimonio. È una cosa che fa paura, perché presumibilmente ci sono enormi aspettative da parte del partner e dei parenti in relazione alle nozze, ma non ci si deve sempre comportare come gli altri si aspettano: attendere per poi abbandonare una persona non farà altro che amplificare il dolore della separazione. Inoltre, un divorzio è tecnicamente più complicato di un matrimonio e nessuno ha voglia del tristissimo rituale della divisione dei libri e dei dischi, per non parlare dell’imbarazzo degli amici comuni, i cui atteggiamenti spesso tendono a mettere da parte più spesso la donna e non l’uomo, che sono coinvolti nel rapporto finito.

Prendersi una pausa per riflettere è la cosa giusta da fare, parlare con franchezza al proprio uomo e cercare di fargli comprendere che forse è meglio così. Lui non la prenderà bene, ma bisogna provarci, se l’amore ha guidato il rapporto fino a quel momento. A nessuno piacciono i rifiuti, ma una storia, un matrimonio in questo caso, che va avanti per inerzia è solo abitudine, non c’è più nulla di quella scintilla che durante i primi incontri faceva brillare gli occhi e arrossire le gote.

Fonte: YourTango.