Scarlett Johansson è ufficialmente l’attrice che ha guadagnato di più al box office nella storia. A 31 anni è già riuscita ad incassare 3.3 miliardi di dollari al botteghino statunitense, una cifra mai raggiunta prima da nessuna donna secondo Box Office Mojo.

Tuttavia, se si considera la classifica che include sia uomini che donne, la posizione di Scarlett scende al decimo posto: nonostante sia la più giovane nella top ten, l’attrice è preceduta da importantissime celebrità quali Harrison Ford, Samuel L. Jackson, Morgan Freeman, Tom Hanks, Robert Downey Jr., Eddie Murphy, Tom Cruise, Michael Caine e Johnny Depp.

Se invece si dà un’occhiata al resto della classifica, bisogna scorrere fino alla diciannovesima posizione per trovare un’altra attrice: si tratta di Cameron Diaz. Tra i primi cinquanta attori ad avere guadagnato di più al box office, troviamo anche Helena Bonham Carter (26° posto), Cate Blanchett (29^ posizione), Julia Roberts (30°), Elizabeth Banks (31°), Emma Watson (32°) e Anne Hathaway (50°).

Galleria di immagini: Scarlett Johansson, sexy icona di Hollywood

Bambina prodigio ne L’uomo che sussurrava ai cavalli del 1998, Scarlett Johansson è stata protagonista de La ragazza con l’orecchino di perla, Lost in Translation (per cui ha vinto un BAFTA), Match Point e Vicky Cristina Barcelona. Dal 2010 ricopre il ruolo di Natasha Romanoff, conosciuta anche come la Vedova Nera, nei film della Marvel: ha partecipato a Iron Men 2, The Avengers, Captain America: The Winter Soldier e Captain America: Civil War, tutti grandissimi successi al box office. Nel 2016, ha anche dato la voce a Kaa nell’action movie Il libro della giungla e ha recitato in Ave, Cesare!.

Poco tempo fa, proprio a Scarlett Johansson era stato chiesto di commentare le disparità salariali tra donne e uomini a Hollywood, problema importante e denunciato da molte attrice a partire da Jennifer Lawrence. “È un po’ nauseante che sia io a fare questo discorso a meno che non ne parli a livello personale ma in generale”, ha ammesso l’attrice a Cosmopolitan visto l’entità delle sue entrate, “Io sono molto fortunata, faccio una bella vita, sono orgogliosa di riuscire a guadagnare tanto quanto i miei colleghi maschi a questo punto… penso che ogni donna sia stata sottopagata, ma a meno che non lo affronti come un problema generale, parlare della mia esperienza sarebbe abbastanza odioso. È parte di una conversazione più ampia sul femminismo in generale!”.