Se Scarlett Johansson fosse stata presa per il ruolo di Lisbeth Salander in “Uomini che odiano le donne”, l’inquietante trilogia di “Millennium” avrebbe preso di sicuro un’altra piega. È quello che ha pensato il regista David Fincher prima di scartarla, perché assolutamente troppo sexy per il ruolo.

Lisbeth Salander, l’hacker sinistra e androgina, sarebbe potuta diventare una bionda formosa come Scarlett, che nel provino è stata fantastica, proprio a detta del regista. Ma se nella versione europea aveva le fattezze della sottilissima Noomi Rapace, di sicuro con Rooney Mara ha più continuità. Ma sentiamo cos’ha detto Fincher di Scarlett:

Galleria di immagini: Scarlett Johansson nuda

«Abbiamo fatto arrivare gente dalla Nuova Zelanda e dallo Swaziland e da tutte le parti. Guarda, abbiamo visto gente fantastica. Scarlett Johansson è stata incredibile. È stato un provino grandioso, dico sul serio. Ma il problema con Scarlett è che non aspetti altro che si tolga i vestiti di dosso.»

E l’immagine di Libesth è evidentemente tutt’altro, come spiega di nuovo Fincher:

«Continuo a cercare di spiegare che Salander dovrebbe essere come E.T. Se mostri una bambola di E.T. Prima che qualcuno abbia visto il film, direbbero “Cos’è questa cosetta molliccia?” Beh quando si nasconde sotto il tavolo e afferra i Reese’s Pieces, lo adori. Deve essere così.»

E con la sua Mara ha trovato quello che cercava:

«Oh ragazzi, lei è una stramba, è veramente una stramba.»

Povera Scarlett, la sensualità alle volte è una condanna.

Fonte: HollywoodReporter