Scarpe matrimonio: nell’abbigliamento della sposa, sono uno degli accessori più importanti del look. Questo non solo perché si mostrano come l’estensione dell’abito, ma anche, e soprattutto, perché permettono di trascorrere la giornata al meglio. Prima di sceglierle, è importante sapere che, qualora si abbiano gusti classici, la scarpa bianca deve essere della stessa – uguale identica – tonalità del vestito.

Se le nozze si tengono in una location all’aperto, si può optare per i sandali in sostituzione delle scarpe chiuse. Le scarpe colorate devono richiamare le tonalità delle decorazioni nuziali e non discostarsi troppo dai colori scelti per la celebrazione; così, se si opta per una calzatura colorata, è importante indirizzare la propria scelta per una scarpa monocolore.

Il vero problema, tuttavia, nella scelta delle scarpe è: comode o eleganti? La risposta a questa domanda è una sola: comoda eleganza.

Anche se può sembrare sciocco, il gusto deve essere sopraffatto dall’idea che la scarpa che si sceglierà dovrà accompagnare la donna dall’altare alla sera, fin quando tutti gli ospiti saranno andati via e sarà possibile toglierle. Ciò significa che, qualora la giornata prevede lo stare su un prato o su una spiaggia, il tacco a spillo deve essere cancellato dalle opzioni. Altresì, ciò non significa che bisogna rinunciare al tacco, bensì concentrare la propria attenzione su un tacco più largo – non troppo – e leggermente più basso, senza esagerare.

Galleria di immagini: Modelli scarpe da sposa

In questo modo, fondendo comodità ed eleganza, il risultato non potrà che essere quello di vivere in piena armonia la giornata più bella del proprio amore. Un’ultima soluzione, qualora non si riesca a rinunciare al tacco da capogiro – che comunque non dovrà portare la donna ad essere molto più alta dell’uomo – è quella di avere due paia di scarpe: uno per la celebrazione, il secondo per il rinfresco e i festeggiamenti, magari accompagnati da un cambio di abito che rende più fiabesca la giornata.