Un italiano su cento soffre di schizofrenia secondo i dati diffusi dall’Osservatorio nazionale salute donna (Onda), che mette in rilievo la difficile situazione dei pazienti affetti da questa malattia molto più diffusa di quanto sembri.

Lo studio di Onda ha voluto mettere l’accento anche sulle donne che hanno familiari schizofrenici e che sono impegnate quotidianamente ad assisterli. Spiega infatti un documento:

«Siamo di fronte a madri, sorelle, mogli “segregate” almeno 9 ore al giorno, ogni giorno, da almeno 5 anni, con gravi ripercussioni sulla propria qualità della vita, costrette a scegliere un lavoro part-time (26%), a limitare gli spazi da dedicare a se stesse e al proprio tempo libero (43%), al partner (38%) e figli (33%), a ridurre le relazioni sociali (24%). In cambio di nulla: scarsi, se non assenti, i sussidi sociali o le badanti.»

La schizofrenia altera il pensiero, modifica i comportamenti e il concetto stesso di affettività e colpisce particolarmente gli uomini. Secondo quanto spiegato da alcuni studiosi, il problema delle malattie mentali rappresenta uno degli impegni più complessi ai quali la medicina è chiamata a rispondere in questi anni, viste le conseguenze che tali disturbi hanno sulla vita sociale della popolazione.