Si dice sempre più spesso che i talenti italiani sono costretti a cercare fortuna all’estero, perché in patria mancano le opportunità. Ogni tanto, però, qualcosa sembra muoversi a favore delle giovani ricercatrici, e nuove possibilità di carriera arrivano proprio da alcune aziende che vogliono investire al femminile.

A offrire un futuro roseo e ricco di prospettive a cinque ricercatrici italiane, dando loro la possibilità di perfezionare le competenze e metterle al servizio della scienza, è anche quest’anno L’Oréal Italia, che mette in palio cinque borse di studio da quindicimila euro ciascuna.

Il prossimo ottobre, infatti, uscirà il bando relativo al premio “L’Oréal Italia per le Donne e la Scienza”, nato nel 1998 e promosso in collaborazione con la “Commissione nazionale italiana per l’Unesco” all’interno del progetto “For Women in Science”.

Il premio in palio, quindi, è proprio la possibilità di finanziare un progetto scientifico a scelta, secondo quanto deciderà la giuria presieduta da Umberto Veronesi entro giugno 2012. Possono aspirare a ottenere una delle cinque borse di studio le giovani donne che hanno questi tre requisiti: età inferiore ai 35 anni, nazionalità italiana e un titolo di studio di tipo scientifico.

Ma il premio messo in palio dalla nota casa cosmetica non è l’unico pensato per le giovani menti italiane in rosa, infatti anche Google ha istituito una borsa di studio prestigiosa dedicata alle appassionate di tecnologia. Si chiama “Anita Borg Memorial Scholarship” e possono partecipare al bando, che scade il 1 febbraio 2012, tutte coloro che svolgono un tipo di studio in campo informatico.

Fonte: Corriere