La cannabis? Non è necessariamente pericolosa. Anzi, in alcuni casi, se utilizzata all’interno di preparati medici, può essere utile per la salute.

Quello su cui adesso i ricercatori si concentrano è reimpiegare quantità della sostanza per combattere malattie complesse come cancro o Aids. La pianta presenta infatti alcune proprietà che possono aiutare i pazienti.

Il Centre for Medicinal Cannabis Research, capitanato dal direttore Igor Grant, ha portato a conclusione 5 studi scientifici incentrati sugli effetti della somministrazione della sostanza.

Pare che la cannabis abbia la facoltà di alleviare il dolore fisico.

I volontari dell’esperimento si sono sottoposti alla somministrazione di marijuana e placebo, e tra gli effetti positivi si è constatato che la cannabis può alleviare (controllando, crf.) i dolori provocati dalle malattie che derivano dal sistema nervoso. Inoltre, la cannabis ha effetti positivi alleviatori anche su lesioni e spasmi di alcune sindromi e patologie quali la sclerosi multipla.