Non ce l’ha fatta il regista greco Theo Angelopoulos, spentosi stanotte dopo essere stato investito da una moto a Keratsini, località dell’Attica a ovest del porto di Atene, dove stava girando un film che vedeva anche la partecipazione di Toni Servillo.

Theo Angelopoulos aveva 76 anni, e la collaborazione con Toni Servillo non era la prima con un attore italiano.

Galleria di immagini: Theo Angelopoulos

Diresse infatti Marcello Mastroianni nel 1985 ne “Il volo”, e nel 1991 ne “Il passo sospeso della cicogna”, mentre Gian Maria Volonté morì durante le riprese de “Lo sguardo di Ulisse”, film del 1995 con protagonista Harvey Keitel.

Angelopoulos fu esponente della nouvelle vague del cinema greco, e visse in esilio a Parigi durante la dittatura dei colonnelli negli anni Settanta. Fin dalle sue prime pellicole conquistò il pubblico cinefilo e la critica con un cinema impegnato e sospeso tra realtà e atmosfere sognanti, ottenendo spesso riconoscimenti importanti dai festival europei e non, come il Gran Premio della Giuria e della Critica nel 1995 al Festival di Cannes per “Lo sguardo di Ulisse”, e la Palma d’Oro nel 1998 per “L’eternità e un giorno”, con Bruno Ganz.

Il film che stava girando, “The Other Sea”, sarebbe stato il terzo di una trilogia iniziata nel 2004 con “La sorgente del fiume” e proseguita nel 2009 con “La polvere del tempo”.

Fonte: Bad Taste