Si riunirà sul set, dopo ben quindici anni, la coppia d’oro del cinema mondiale. Martin Scorsese e Robert De Niro lavoreranno di nuovo insieme in “The Irishman“, adattamento cinematografico del romanzo no-fiction “I Heard You Paint house”.

Ancora una storia di mafia per il regista e il protagonista di “Taxi Driver” che dal lontano 1995, anno di “Casinò”, non collaborano più per la realizzazione di un film.

A parlare del progetto De Niro in persona in un’intervista rilasciata a MTV in cui ha spiegato che il film potrebbe essere diviso in due parti e conterrà degli omaggi espliciti all’opera del nostro Federico Fellini e in particolare ai suoi due capolavori “8 e mezzo” e “La dolce vita”.

“Abbiamo un’idea molto ambiziosa […] La nostra intenzione è quella di dividere il film in due parti o addirittura di realizzare due differenti pellicole. È un’idea venuta allo sceneggiatore Eric Roth che ha pensato di combinare i due film usando lo stesso materiale per creare un’opera del tutto differente, un lavoro sulla memoria che ricordi “8 e mezzo” o “La Dolce Vita”, un’opera autobiografica basata sul vero rapporto che sussiste tra me e Marty”.

Il romanzo da cui è tratta la pellicola racconta il complesso rapporto esistente tra Jimmy Hoffa e il suo omicida Frank “the Irishman” Sheeran. L’idea alla base del film sarebbe quella di utilizzare questo particolare legame per raccontare l’amicizia tra il regista di “Shutter Island” e il protagonista di “Stardust” in tanti anni di onorata carriera.