Martin Scorsese ci ha riflettuto su un bel po’ prima di accettare la proposta di Bradley Fischer, produttore di “Shutter Island“. Il grande cineasta americano, infatti, aveva molte perplessità sul girare un film ambientato in un ospedale per criminali e malati mentali, e soprattutto non era convinto di portare nelle sale un progetto che fosse una via di mezzo fra un horror e un noir.

Ciò che ha spinto Scorsese ad accettare la regia del film è stata la potente sceneggiatura dalla quale non è più riuscito a staccarsi una volta iniziata la lettura. Anche stavolta ad interpretare il ruolo di protagonista in un suo film ci sarà Leonardo Di Caprio, che vestirà i panni di un agente federale che viene mandato su un’isola che ospita un manicomio criminale per venire a capo della misteriosa scomparsa di uno dei pazienti. Accanto a lui Mark Ruffalo, che interpreterà il partner di lavoro di Di Caprio.

Il film è ambientato negli anni ’50, anni in cui furono gettate le basi che cambiarono definitivamente i metodi dei trattamenti psichiatrici. Il tema centrale della pellicola ruota intorno al confronto/scontro, fra Di Caprio e Ben Kingsley, che vestirà i panni di un luminare della psichiatria.