Per l’8 marzo tutti uniti contro la violenza sulle donne. Sempre più numerosi i casi di discriminazione tra i giovani e nelle scuole, per questo motivo ScuolaZoo.com – la community studentesca più grande d’Italia con 3.000.000 di visitatori mensili – sfrutta il suo sito e il suo network di 15.000.000 di utenti su Facebook, per veicolare il messaggio “ScuolaZoo loves girls”.

I casi di Londra o New Delhi sono solo quelli relativi alle ultime settimane, ma la lista potrebbe essere molto lunga.

“Ogni anno nel mondo tra i 500 milioni e un miliardo e mezzo di bambini subiscono violenza fisica, psicologica e sessuale. A rischiare di più sono le bambine”.

I carnefici sono compagni di classe, professori, bidelli, genitori, sconosciuti. Questo è lo scenario che ci presenta il rapporto annuale di Plan-International, un’organizzazione non governativa che si occupa di violenza sui bambini e sulle donne a livello mondiale.

Il rapporto afferma che “sono 150 milioni le ragazze a subire violenze di carattere sessuale, mentre sono poco più della metà, 73 milioni, i ragazzi”.

ScuolaZoo non accetta alcun tipo di violenza. ScuolaZoo ama e rispetta le ragazze. In occasione dell’8 marzo, festa della donna, ScuolaZoo lancia l’iniziativa “ScuolaZoo loves girls“.

Per l’intera giornata sarà disponibile la giurista di ScuolaZoo, in linea diretta su Skype, al contatto “scuolazoososragazze”, o al telefono 02/89950343 per rispondere a tutte le ragazze in difficoltà e dare consigli su come combattere abusi o violenze.

Il servizio è completamente gratuito e garantisce privacy assoluta. Perché ScuolaZoo lo sa bene: la festa delle donne non dura solo un giorno, ma tutto l’anno.