”Da un orecchio entra e dall’altro esce”: quante volte hai sentito una mamma dire questo del suo bambino che fa orecchie da mercante, che in altre parole non l’ascolta e non le ubbidisce e fa quello che vuole?

Le nostre nonne dicevano: ”Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”. Bene, è il caso dei bambini-osso duro. Ma si tratta semplicemente di imparare le tattiche adeguate. Parlare a tuo figlio è come parlare al muro? La combinazione della difficoltà oggettiva a capirti, un livello limitato di attenzione e la sua ostinazione possono farti uscire fuori dai gangheri e ti rendi conto che il tuo bimbo proprio non vuole darti retta.

Tuttavia è molto importante che lui impari ad ascoltarti, soprattutto per il suo bene e la sua sicurezza. Ma come puoi riuscire a farti ascoltare da lui? Proviamo a darti alcuni consigli e magari in breve entrambi parlerete la stessa lingua. Tu prova a mettere in pratica alcune semplici tattiche, per incoraggiare il tuo bambino a darti ascolto.

MAI ORDINARE, MEGLIO NEGOZIARE

Se qualcuno ti dicesse che per pranzo dovrai mangiare un panino con il tonno, quanto tu invece vorresti mangiarne uno con il formaggio, saresti contenta? Probabilmente no. La stessa cosa vale per il tuo bimbo, che ovviamente reagisce meglio di fronte ad una scelta, anziché ad un’imposizione.

Se vuoi che il tuo bambino ti presti attenzione, poni sempre la possibilità di una scelta, quando gli domandi qualcosa. Ad esempio, chiedigli se preferisce il latte o il succo di frutta. Così, non solo gli darai l’opportunità di scegliere, ma lo aiuterai anche nello sviluppo del suo linguaggio, perché lo incoraggerai ad esprimere a parole la sua decisione. Tuttavia devi evitare di dargli un’eccessiva possibilità di scelta, perché questo potrebbe confonderlo.

COMUNICARE È UNA STRADA A DOPPIO SENSO

*Leggete insieme: questo momento può diventare uno dei più piacevoli di tutta la giornata, quindi riserva sempre almeno dieci minuti alla lettura.

*Giocate insieme e fai al tuo bambino molte domande: incoraggialo a spiegarti la dinamica dei giochi, così migliorerà le sue capacità comunicative.

*Guardate insieme la TV: i programmi per bambini di buona qualità si possono tranquillamente guardare insieme, a patto di non sacrificare mai per la televisione altri preziosi momenti di gioco. Dopo aver guardato il programma, prega il tuo bambino di dirti se gli è piaciuto e perché.

*Cantate delle canzoncine insieme: la ripetizione insegna molto al tuo bambino, per questo le canzoncine e le filastrocche lo aiuteranno memorizzare le parole.