Farà e sta già facendo discutere la decisione di Emma Marrone di scendere in piazza oggi per partecipare alla manifestazione in difesa della dignità delle donne; c’è infatti chi la accusa di essere un prodotto di Amici di Maria de Filippi e dunque di Mediaset, aprendo un “conflitto di interessi” nella protesta.

Le manifestazioni previste oggi in tutta Italia sono infatti principalmente contro il modello femminile rappresentato da Ruby Rubacuori e dalle altre ragazze del giro dei bunga bunga party di Silvio Berlusconi. La vincitrice dell’ultima edizione del reality-show della de Filippi giustifica però a L’Unità la sua scelta:

Galleria di immagini: Emma Marrone

“Non ne posso più. Io non sono il prodotto di nessuno, sono solo una ragazza che ha avuto la possibilità di cambiare ma mi sono fatta un mazzo così per riuscirci e continuo ad essere quello che sono sempre stata: una persona pensante.”

In attesa di vederla la settimana prossima sul palco dell’Ariston, dove sarà presente in gara insieme ai Modà con il brano “Arriverà”, la giovane cantante invita quindi le donne in piazza del Popolo a Roma alla manifestazione “Se non ora quando?“:

“Penso che le donne debbano riprendersi i diritti, quelli che hanno perso e quelli non hanno mai avuto. E su questo voglio metterci la faccia. Perciò, invece di starmene sul lungomare di Sanremo, domenica vado a Roma a manifestare insieme alle altre.”

Emma afferma quindi che anche Maria de Filippi è favorevole a queste manifestazioni di protesta femminile, mentre riguardo a Ruby e alle altre ragazze coinvolte nello scandalo sessuale del premier dichiara:

“Non ho nulla in comune con loro, non faccio la starlette ma la cantante. Non le giudico. […] Magari Ruby è una ragazzina che si è ritrovata nella me**a. Essere femministe significa secondo me sentirsi sempre unite alle altre donne…”