Esce nei cinema “Se sei così ti dico sì“, il nuovo film con Emilio Solfrizzi che vede tra i protagonisti principali Belen Rodriguez, la bella showgirl stavolta nelle vesti di attrice e nei panni di una diva capricciosa, amata, paparazzata e molto potente.

In questo film, Belen ha un nuovo look, con un taglio corto, e per la prima volta si mostra completamente nuda. Ha spiegato l’attrice sudamericana:

Galleria di immagini: Belen Rodriguez sul set con Solfrizzi

Questo è in assoluto il nudo più nudo che ho fatto, a parte l’Isola dei Famosi quando ci stavo. Infatti non ho fatto dei calendari o foto nude. Al massimo in costume da bagno, ma questo lo fanno tutte. Stavolta era necessario per far vedere il cinismo della situazione del mondo dello spettacolo dove ci si ferma sembra all’apparenza.

Non è stato comunque semplice per Belen mostrare tutte le sue grazie davanti a quello che sarà il pubblico di “Se sei così ti dico di sì”, anche se il momento più imbarazzante è stato per lei prima di spogliarsi:

“Nel film di Cappuccio, la mia prima inquadratura in assoluto che mi ha fatto vergognare quando l’ho rivista, è di me che alzo una gamba e si vede tutto lo slip: è fatto per provocare il pubblico che è portato a pensare che sia tutto lì, che sia una donna che pensa solo a fare esercizi per avere un bel sedere. Invece ci sta dell’altro.”

“Se sei così ti dico sì” sarà disponibile in 350 sale italiane ed è una commedia dolce-amara diretta da Eugenio Cappuccio e prodotta da Pupi e Antonio Avati. Per la Rodriguez è una bella conquista e recitare le ha dato moltissime emozioni, per questo motivo vuole continuare a farlo e ha in ballo anche una fiction, a costo di rinviare l’arrivo di un eventuale figlio, cosa che le piacerebbe molto:

Oggi mi piacerebbe fare un figlio, ma ho scoperto che recitare mi dà moltissime emozioni, più di quelle che mi dà la TV, e immedesimarmi in un personaggio è quasi terapeutico per me. In questo momento mi continuano ad arrivare contratti, dopo questo film c’è in ballo anche una fiction: a volte è difficile capire quali sono le priorità.