Il pesce è uno degli alimenti più appetibili in questa stagione, perché porta con sé l’immagine di una cenetta in riva al mare, della freschezza dell’estate che sta per avvicinarsi ed è l’elemento portante di tanti piatti sfiziosi, che possono prestarsi a tutti i tipi di palato, sia di chi ha gusti raffinati, che di chi apprezza qualcosa di consistente con cui riempire lo stomaco. Ecco alcune ricette.

Tra le ricette di pesce primaverili e assolutamente appetibili c’è l’insalata di gamberi e mango, che prevede la presenza di gamberi sgusciati, cipollotti, zenzero e altre spezie. Serve anche un albume in cui immergere i gamberi, sgocciolarli e saltarli lievemente per infine dargli una spruzzata di vino bianco. Il vino bianco è importante per tirare il pesce, ma non è il solo alcolico che si può utilizzare. Per esempio è necessaria la birra per le capesante alla birra, ovvero per realizzare uno stufato con capesante porri e brodo vegetale.

Per chi ama i crostacei c’è l’astice in casseruola. Di questi tempi, l’astice rappresenta un succedaneo della più costosa aragosta e si presta a una ricetta che prevede la presenza di scalogni, pomodori maturi, brandy e spezie varie: gli astici, prima di essere rosolati in forno vanno bolliti e lasciati a intiepidire nell’acqua dopo aver spento il fornello.

Chi ama la cucina etnica può realizzare delle empanadas o del sushi con il tonno. Per le empanadas si deve rosolare nel burro fuso il tonno, la cipolla e dei peperoni, il tutto va salato e pepato per poi dare una spolverata di noce moscata. Intanto con la pasta sfoglia si fanno dei dischetti al cui interno inserire il ripieno, prima di infornare il tutto. Il sushi invece è più facile: basta sistemare i filetti di tonno crudo all’interno del proprio involtino fatto di riso e alga nori, badando di aggiungerci insieme del wasabi, se gradito.

Infine, un piatto che non può mancare su una tavola allegra e primaverile sono gli spiedini di pesce spada. Gli spiedini prevedono anche la presenza di pomodori, peperoni dolci e sedano. Ma quello che è speciale i questa ricetta è un pesto che va aggiunto alla fine dell’arrosto: la salsa prevede mandorle, prezzemolo, aglio, olio, vino bianco, timo, origano, e naturalmente sale e pepe.