Il tartufo è un prodotto tipico di regioni come l’Umbria, in cui si trova i famoso tartufo nero di Norcia, e il Piemonte, famoso per il pregiatissimo tartufo bianco di Alba.

Il tartufo è un prodotto di grande pregio e di grande sapore, con il quale si possono preparare deliziosi piatti che vanno dall’antipasto al secondo, anche se, forse, la migliore espressione per il tartufo, soprattutto per quello nero, è con la pasta.

Preparare la pasta con il tartufo è più semplice di quanto si creda, basta seguire dei piccoli accorgimenti che permettono di usare una giusta quantità di prodotto ottenendo il massimo del sapore.

Per preparare 4 porzioni saranno necessari circa 150/170 grammi di tartufo, uno spicchio di aglio, 2 filetti di acciuga e 400 grammi di pasta, nel formato che si preferisce, meglio se fresca.

Fate scaldare un filo d’olio in cui farete dorare l’aglio. Quando sarà abbastanza biondo togliete dal fuoco, eliminate l’aglio  e aggiungete i filetti di acciuga ben lavati e dissalati, avendo cura di schiacciarli bene con la forchetta. Quando si sarà ottenuta una poltiglia omogenea mettete di nuovo a scaldare sul fuoco.

Prima che inizi il bollore, togliete nuovamente dal fuoco e aggiungete il tartufo, che dovrà essere ben spazzolato, per eliminare i residui di terra, e grattugiato. Mescolate bene e usate per mantecare la pasta.