Dieta dimagrante, cosa fare se non funziona anche se lavorate per ore in palestra, mangiate soltanto cibi salutari e avete completamente eliminato i dolci dai vostri pasti ma proprio non riuscite a perdere peso? Gli esperti suggeriscono che il dimagrimento è un processo che va oltre un regime alimentare restrittivo o una maggiore frequenza nella pratica di esercizio fisico.

Si tratta di un processo evolutivo che coinvolge tutti gli aspetti della vita quotidiana. Oltre a questo, bisognerebbe valutare se le indicazioni dietetiche vengono seguite alla perfezione o vengono commessi quelli che sono gli errori più comuni che vengono compiuti dalle persone che seguono una dieta dimagrante.

Uno dei sbagli più frequenti in una dieta dimagrante è ad esempio quello di eliminare qualsiasi tipo di frittura o snack piccante senza però sostituire le loro sostanze nutrienti adeguatamente. O farlo in modo errato, scegliendo cibi integrali contenenti alte quantità di zuccheri e calorie.

Poi, molte donne credono che saltare uno o più pasti aiuti a perdere perso più velocemente. Niente di più sbagliato, anzi si rischia di ottenere l’effetto contrario. Il piano ideale di una sana dieta dimagrante prevede tre pasti al giorno composti da cibi nutrienti e adeguati in modo da dare all’organismo il giusto apporto di energia.

In fase di dieta dimagrante, sarebbe importante anche aumentare l’intensità degli allenamenti cardio. Una sessione di routine non basta, è necessario renderla più difficile e complicata, fino a sudare parecchio e aumentare la propria frequenza cardiaca del 65-85%.

Attenzione inoltre a non sottovalutare la calorie liquide. Che si tratti di alcol, caffè, tè o un succo di frutta zuccherato, possono rendere vani tutti gli sforzi per perdere peso. Cercate dunque di limitarvi anche in questo senso, non solo con il cibo, scegliendo bevande leggere come latte scremato o succhi di verdura, ideali per una dieta dimagrante.

Da tenere sotto controllo anche lo stress. Che sia fisico o mentale, lo stress può agire come un notevole ostacolo per i vostri piani di dimagrimento. Lo stress provoca infatti la produzione del cortisolo, ormone che provoca la diminuzione della resistenza all’insulina e favorisce l’accumulo di grassi nel corpo. Cercate dunque di fare qualche esercizio di rilassamento prima di prendere in mano gli attrezzi. Lo stress è spesso causato dalla mancanza di sonno, cosa che anch’essa favorisce la produzione del cortisolo. L’ideale sarebbe dormire dalle 7 alle 8 ore a notte, possibilmente senza interruzioni, e la vostra dieta dimagrante ne beneficerà.

Perdere peso è in definitiva un grande impegno di volontà. Se non siete abbastanza motivate, nessun programma dietetico o esercizio fisico vi permetterà di dimagrire. È garantito. Andare in palestra solo fisicamente non ha senso, dovete esserci anche con il cuore e la mente. Lavorate il giusto, fate quel che dovete senza esagerare in negativo o in positivo, e avrete i risultati sperati.