I semi di chia sono tra i prodotti naturali con una diffusione in crescita negli ultimi anni, e per delle buone ragioni: sono altamente nutrienti, ricchi di Omega 3 e fibre, con poche calorie e hanno un sapore delicato che si sposa bene anche con la dieta mediterranea, tanto che in molti si domandano come usarli per dimagrire inserendoli nella propria alimentazione.

Infatti, i semi di chia sono utili per dimagrire perché ricchi di calcio, che aiuta a bruciare grassi durante la giornata aumentando metabolismo e lipolisi; perché saziano prevenendo gli impulsi della fame fuori dai pasti; perché grazie alle fibre migliorano il funzionamento dell’intestino e sgonfiano la pancia; perché prevengono i picchi di insulina e l’accumulo di grassi, sempre grazie alle fibre.

Ovviamente, per contribuire alla perdita di peso, i semi di chia vanno inseriti in un programma di alimentazione sana o leggermente ipocalorica: in questo modo il corpo sarà costretto ad attingere alle riserve di grasso come fonte di energia.

Le dosi raccomandate di semi di chia sono di uno o due cucchiai al giorno, meglio non esagerare per evitare effetti lassativi. Ci sono inoltre diversi casi in cui è consigliabile consultare il medico prima dell’assunzione, come durante le occlusioni intestinali, dopo un intervento chirurgico relativo al tratto gastrico, se si utilizzano farmaci anticoagulanti o nei soggetti diabetici.

A colazione, durante lo spuntino di metà mattina o metà pomeriggio, a pranzo o a cena, sono tante le occasioni e i modi per inserire i semi di chia nell’alimentazione quotidiana, tutti piacevoli e che non interferiscono troppo con i sapori, ma che anzi aggiungono piacere al gusto dei cibi. Vediamo, allora, se si vogliono inserire i semi di chia nella propria dieta, come usarli per dimagrire.

  • Colazione. Potete inserire il semi di chia nella vostra colazione, iniziando la giornata con il pieno di fibre. Mescolate un cucchiaio di semi nella farina d’avena durante la cottura, aggiungendo acqua se necessario per ottenere la consistenza che preferite. Oppure aggiungete un cucchiaio di semi interi o macinati di chia al frullato con latte scremato o di soia o di mandorla e frutta.
  • Spuntini. Per gli spuntini o la merenda potete preparare delle frittelle super sazianti utilizzando l’albume di un uovo, una banana schiacciata e semi di chia macinati. Con latte di mandorla e semi di chia macinati si ottiene, in 3-5 minuti a fuoco lento, un budino denso a cui aggiungere sapore e aroma con cannella o frutti di bosco. In alternativa aggiungere un cucchiaio di semi allo yogurt.
  • Pranzo. I semi di chia sono perfetti per addensare zuppe e vellutate, che possono anche costituire un piatto unico per il pranzo o la cena grazie all’aggiunta dei legumi. I semi si possono usare per impanare polpette di patate lesse o di formaggio fresco, o aggiungere a insalate varie.
  • Cena. Per accompagnare la cena è possibile realizzare del pane fatto in casa aggiungendo dei semi che lo renderanno appetitoso e croccante. Da provare anche la frittata con i semi di chia oppure l’insalata con i germogli di semi di chia, che si ottengono disponendoli nel germogliatore o in un colino e risciacquandoli ogni 12 ore, senza lasciarli in ammollo per scongiurare la formazione della gelatina.