L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione 19/E/2012. comunica i codici tributo per il pagamento delle somme dovute dopo l’attribuzione della rendita presunta sugli immobili fantasma. Di seguito in dettaglio…

Per consentire i versamenti, sono stati introdotti i seguenti codici tributo:

T001 tributi speciali catastali – rendita presunta,

T002 sanzione per mancato adempimento catastale – rendita presunta,

T003 interessi – rendita presunta,

T004 oneri accessori connessi alla determinazione della rendita presunta.

Con questa Risoluzione l’Agenzia delle Entrate segue il provvedimento congiunto, adottato da Fisco e Agenzia del Territorio, estendendo le modalità di versamento unitario F24 anche al pagamento dei tributi speciali catastali, ad interessi, a sanzioni e ad oneri accessori dovuti da chi non si è messo in regola con la normativa catastale.

Il versamento unificato mira, quindi, a semplificare la regolarizzazione catastale e gli adempimenti fiscali in genere oltre che a rendere più efficiente la gestione del sistema tributario. Ora, con la rendita catastale presunta, è più semplice mettersi in regola. Con il provvedimento del 24 febbraio 2012, firmato congiuntamente dai direttori dell’Agenzia delle Entrate e dell’Agenzia del Territorio, le modalità di versamento unitario (come previsto dal Decreto del Ministero dell’economia e delle finanze dell’8 novembre 2011) possono essere applicate anche per i versamenti di tributi speciali catastali e dei relativi interessi, delle sanzioni amministrative e degli oneri accessori.

Potrà quindi essere utilizzato il modello di unificato F24 anche per il versamento delle somme dovute per l’inosservanza della normativa catastale, che devono essere versati dai contribuenti per i quali è stata attribuita d’ufficio una rendita presunta dell’immobile, in base all’articolo 19, comma 10, del Dl 78/2010. Il versamento unificato, in sintesi, razionalizza i sistemi di pagamento e mira, oltre che a rendere più efficiente la gestione del sistema tributario, anche ad una semplificazione degli adempimenti fiscali dei contribuenti.

In sintesi tre obiettivi mirati: semplificazione dei pagamenti fiscali, maggiore efficienza del sistema tributario e finalmente regolarizzazione catastale. Lo scopo che si voleva raggiungere.