La crisi sembra colpire solo marginalmente le imprese femminili, ma le donne manager rappresentano una risorsa fondamentale anche nelle aziende europee, la cui presenza nelle posizioni dirigenziali è in evidente crescita.

Un esempio significativo di quanto le manager in rosa siano sempre più valorizzate nelle aziende è il Regno Unito, dove il numero delle donne dirigenti o titolari di impresa ha subito un incremento pari al 24% tra il 2007 e il 2012, crescendo di 240mila unità.

=> Leggi tutte le notizie sulle donne manager

Questi dati sono stati diffusi dalla multinazionale irlandese Experian, che specifica come il potenziamento della presenza femminile nei vertici aziendali riguardi soprattutto le start-up e le imprese di medie e piccole dimensioni.

Entrando più nel dettaglio delle cifre, nel lasso di tempo compreso tra il 2007 e il 2012 un terzo delle imprese britanniche con una quantità di dipendenti inferiore a 10 vanta almeno una donna ai suoi vertici, e nel 40% delle aziende di grandi dimensioni, quindi con una media di 250 addetti, è presente almeno un’esponente del sesso debole nel CdA.

=> Leggi perché la rete di contatti è fondamentale per le donne manager

Ma quali sono i settori nei quali la presenza rosa appare più marcata? Se guardiamo alle attività maggiormente quotate dalle donne che creano nuove imprese notiamo come, nelle prime posizioni, compaiono la cura della persona, la formazione, l’erogazione di servizi creativi e sociali.

Fonte: Il Sole24Ore