Può l’ossessione per un seno enorme diventare così forte da far rischiare la vita? Evidentemente sì, perlomeno per come la pensa la pornodiva inglese Elizabeth Starr, 43 anni, con una taglia sproporzionata di seno, frutto di ben 62 operazioni.

Il tutto è nato 15 anni fa, quando la donna, madre single con tre figli a carico, si è sottoposta a un intervento di ingrandimento delle mammelle con l’ausilio di fili di propilene, operazione dichiarata illegale e che, infatti, le ha procurato una preoccupante infezione al seno destro .

Galleria di immagini: Elizabeth Starr

La sua carriera, probabilmente, è anche decollata grazie al suo aspetto decisamente prorompente, ma a netto discapito della sua salute: accusava spesso dolori e fu costretta a farsi monitorare con attenzione dai medici, che per permetterle di vivere l’hanno dovuta operare tante altre volte, per una spesa totale di circa 240mila euro: “In tre casi ho anche rischiato seriamente di morire“, ricorda la pornostar.

L’esperienza, ad ogni modo le è servita da lezione: la Starr si sente una vittima e invita le altre donne a non imitarla, “Sono stata raggirata da chi mi ha operato la prima volta e sono pentita di ciò che ho fatto. Mi ha rovinato la vita e quasi ucciso. Ora l’unica soluzione sarebbe la mastectomia, ma con questo seno devo mantenere i miei figli, cos’altro potrei fare? E non vorrei mai dover camminare in strada e subire gli sguardi accusatori della gente che penserebbe ‘Te la sei cercata”.