Non sempre la separazione tra coniugi comporta una separazione anche del tetto coniugale perché si è separati in casa. Spesso continuare a coabitare è una scelta dettata da esigenze che non possono essere in alcun modo ignorate e, che nell’immediato, possono costringere l’ex coppia a dover sopportare, più o meno civilmente, di dover vivere ancora a stretto contatto. Attraverso l’analisi dei pro e dei contro dell’essere separati in casa, si analizzeranno anche i motivi che spingono gli ex coniugi a continuare a coabitare nonostante la fine, di fatto, della propria relazione.

Separati in casa: i contro

Partendo dagli aspetti negativi della coabitazione tra ex coniugi che hanno scelto di non essere più una coppia, c’è da dire immediatamente che non è affatto semplice continuare a vivere assieme ad una persona che non si ama più o da cui non si è più amati. Coabitare con l’ex partner può comportare:

  • Litigi frequenti – la fine di una storia può recare con sé situazioni di astio e profondamente conflittuali. Essere costretti a vivere con qualcuno con cui non si andava più d’accordo significa avere una miccia perennemente pronta ad accendersi e ad esplodere.
  • Continuare a rinunciare alla propria libertà – se gli ex coniugi non si separano anche fisicamente e continuano a vivere nella stessa casa, non saranno mai davvero liberi l’uno dall’altra perché in qualche modo ci si sentirà sempre vincolati all’altro/a.
  • Ricadute sui figli – se gli ex coniugi sono costretti a vivere sotto lo stesso tetto e hanno un rapporto assai conflittuale, il clima teso e i frequenti litigi che potrebbero verificarsi, andrebbero poi a ricadere pesantemente sugli eventuali figli della coppia, con danni anche piuttosto seri su di essi. I figli, soprattutto se molto piccoli, hanno la necessità di crescere in un ambiente sereno, in grado di evitare loro, il più possibile, l’insorgenza di traumi.
  • Lotta per i propri spazi – mantenere i propri spazi all’interno di una casa non è mai semplice, neppure quando la coppia è ancora insieme e non vi sono problemi. Mantenere i propri spazi, o peggio ancora doverli rivedere, diventa molto più complicato quando gli ex partner sono separati in casa. Una situazione che spesso viene peggiorata dal fatto che l’abitazione non è molto grande e non è quindi adatta per far convivere due realtà non più in armonia.
  • Non si riesce a ripartire con la propria vita – chiudere con il passato, per quanto possibile, e ricostruirsi una vita continuando a vivere con l’ex coniuge, è quanto di più difficile si possa immaginare. Potrebbero affiorare gelosie, ripicche e tutti quegli atteggiamenti che non aiutano a superare la separazione e a ripartire.

Separati in casa: i pro

Essere separati in casa può però avere anche alcuni vantaggi. Continuare a vivere sotto lo stesso tetto richiede un grado di civiltà e rispetto non indifferente, che è davvero duro mantenere dopo una separazione. La vita, tuttavia, può costringere a non poter fare a meno di questa soluzione e allora bisogna cercare di guardare la faccenda nel modo più positivo possibile. I pro del continuare a vivere assieme potrebbero essere:

  • Risparmio sulle spese – il motivo principale per cui moltissime coppie continuano a vivere sotto lo stesso tetto è dettato soprattutto da ragioni di ordine economico. Inutile nasconderlo: spesso la separazione è roba da ricchi e non tutti gli ex coniugi possono permettersi di vivere in due case diverse a affrontare doppie spese, anche perché la presenza di figli impone che ci si occupi soprattutto di loro, anche dal punto di vista economico.
  • I figli non subiscono traumi – se l’ex coppia riesce a mantenere un rapporto civile, i figli potrebbero subire meno traumi dal fatto che mamma e papà continuano a vivere assieme e riescono ad occuparsi entrambi di loro, assicurando la propria costante presenza.
  • Si evitano tanti problemi di carattere burocratico – dover cambiare casa e affrontare un trasferimento, oltre che costoso e impegnativo, comporta tutta una serie di aspetti pratici da sistemare (tanto più evidenti quanto ci si allontana di più dalla zona in cui si viveva) e che il continuare a vivere insieme evita.