Sembrava scongiurato il pericolo di separazione tra la Rai e Serena Dandini, dopo l’accordo siglato qualche giorno fa. Invece, come una doccia fredda, il CdA della Rai boccia il contratto della conduttrice stoppando di fatto il seguitissimo “Parla con me“.

A poco sono valsi gli sforzi del Direttore Generale, Lorenza Lei, la quale aveva discusso con cura i costi e le spese avanzate dalla Fandango la casa di produzione del programma. Raggiungendo di fatto un pre-accordo di intesa reciproca sottoposto al vaglio del CdA, tramite votazione.

Galleria di immagini: Serena Dandini

Compromesso che aveva reso l’atmosfera più distesa, contribuendo a ottimizzare costi e spese, ma che il Consiglio ha rigettato di netto con 5 voti contrari e 4 a favore. Salta quindi la programmazione autunnale di “Parla con me“, già inserita e prevista a partire dal 27 settembre.

Situazione che lascia molto perplessi gli ascoltatori Rai, costretti a un capovolgimento della programmazione priva di molti dei conduttori a loro più cari. Come ad esempio Michele Santoro migrato sulla piattaforma SKY e sulle TV locali e la perdita del programma record di incassi “Vieni via con me“, accolto ora da La7.

Si attende ora una replica a mezzo stampa della Dandini, forse anche lei costretta ad abbandonare la Rai in favore di nuovi lidi e nuovi programmi. Alla conduttrice infatti potrebbero spalancarsi le porte di La7, mentre sembra non aver fine l’emorragia di programmi sospesi o cancellati e difficilmente sostituibili.

Fonte: Corriere della Sera