Si chiama “La bellezza del somaro” ed è la nuova commedia di Sergio Castellitto da oggi nelle sale. Una storia che racconta il confronto/scontro generazionale mostrando i paradossi tipici dei nostri tempi in cui i ruoli risultano quasi invertiti con un cast d’eccezione per interpretare adulti ancora bambini e giovani costretti a prendersi le responsabilità che la vita impone troppo presto.

In occasione della presentazione a Napoli il regista e attore protagonista della pellicola lo ha descritto come:

un film pensieroso che fa anche divertire, una vera e propria scommessa: raccontare temi serissimi attraverso l’ironia e anche le pernacchie

Laura Morante veste i panni della moglie di Castellitto, una coppia fin troppo amica della figlia Rosa (Nina Torresi) alla quale viene così a mancare il modello di riferimento che i genitori dovrebbero rappresentare. Così la diciassettenne compenserà la propria “mancanza” fidanzandosi con il 70enne Enzo Jannacci, presentandolo senza preavviso al padre durante la sua festa di compleanno nella casa di campagna.

Un vecchietto arzillo, ancora impegnato negli studi che passa il suo tempo tra i ragazzi. Un messaggio di rimprovero rivolto verso i genitori che la figlia vorrebbe più adulti.

Una pellicola in cui dramma e ironia si intrecciano creando un connubio perfetto:

L’effetto speciale del film sono gli attori: personaggi miserabili, pieni di difetti ma pronti a essere messi in ridicolo Non pretendo di aver mostrato la verità, ma una credibilità sopra le righe

Della giovane Torresi il regista ha dichiarato:

L’ho scelta dopo quattro provini, mi piace questo suo aspetto delicato che nasconde un animo forte, come si intravede nella locandina del film

Mentre per quanto riguarda la propria idea di commedia ha affermato:

La commedia italiana non osa, è semplificata sul gusto televisivo, io invece ho spinto affinché gli attori andassero oltre. Non ho omesso nemmeno le parolacce, che ultimamente scandalizzano tanto, perché volevo che il pubblico tornasse a casa e pensasse; Però, forse quel personaggio mi somiglia un po’.

In “La bellezza del somaro” figurano tra gli altri anche Marco Giallini, Gianfelice Imparato, Barbara Bobulova, Lola Ponce ed Emanuela Grimalda sceneggiati da Margaret Mazzantini.