La serotonina – o  5 idrossitriptamina, sintetizzata in 5-HT – è un elemento chimico cerebrale essenziale in grado di migliorare o peggiorare il proprio umore o le funzioni del proprio organismo e per questo motivo viene chiamata anche ormone del buon umore. In particolare, va ad agire in molte parti del corpo tra cui l’apparato digerente, dove regola appunto la digestione a livello gastro-intestinale, è responsabile della formazione delle ossa, ma è soprattutto importante a livello del sistema nervoso centrale, perché la serotonina può andare a regolare l’umore e ancora il sonno, la memoria e l’appetito.

La serotonina, nel sangu,e dovrà avere dei valori compresi tra 101 e 283 ng/ml: una carenza può provocare attacchi di panico, depressione, emicrania, insonnia e ipertensione. Per questo motivo ecco come attivarla e stimolarla, attraverso alcuni semplici step che arrivano dall’alimentazione e dallo sport.

Serotonina: come attivarla grazie al cibo

Come già noto, uno dei metodi per stimolare la serotonina arriva dal triptofano: questo aminoacido si può trovare in diversi cibi tra cui le uova, carne, salmone latte e latticini in generale, e in vegetali come semi di soia, sesamo e girasole, in patate, banane, cereali integrali, noci, mandorle, riso e verdure a foglia verde. Tra gli altri alimenti che contengono serotonina ci sono frutti come kiwi, ananas, ciliegie e prugne ma anche cioccolato fondente, cacao e pomodori.

Efficace per aiutare ad incrementare i livelli di serotonina è anche la griffonia, una pianta legnosa appartenente alla famiglia delle fabacee e diffusa principalmente nelle aree tropicali e umide dell’Africa: questa, in particolare, risulta essere un portentoso rimedio naturale contro il malumore.

Tra gli alimenti da evitare, invece, si trova sicuramente la caffeina ma anche i carboidrati semplici – come pane e riso bianco, prodotti industriali – mentre bisognerebbe preferire prodotti che contengono cereali integrali.

Serotonina: attivarla grazie all’attività fisica

Per vivere bene e in salute un aiuto fondamentale arriva anche dall’attività fisica: questa in particolare, infatti, aiuta anche ad attivare l’ormone della felicità in quanto dona al corpo una sensazione di benessere e, appunto, serenità. Questo non vuol dire che bisognerà per forza fare degli sforzi eccessivi, ma anche una minima attività, se costante, può aiutare a fare la differenza. Il consiglio si può tradurre in una classica camminata di almeno trenta minuti, da svolgere ogni giorno e ancora meglio se all’aria aperta nel verde, in modo da sentirsi più rilassati.

Un aiuto fondamentale dall’attività fisica arriva soprattutto dallo yoga e dalle tecniche di meditazione e respirazione. Lo yoga, infatti, non solo permette di allenare il proprio corpo tonificando ogni singolo muscolo, ma anche di rilassare la persona, specialmente se affiancato a delle tecniche di meditazione e respirazione, in quanto andranno ad accentuare la sensazione di relax, benessere e buonumore, specie se si soffre di stress, ansia e depressione causate dalla vita di tutti i giorni.