Nella scorsa puntata de Le Iene è stato mandato in onda un servizio che riguardava alcuni partecipanti dell’appena conclusosi Grande Fratello 10: Tullio, Giorgio e Carmela.

Il servizio era, in realtà, uno scherzo, inscenato per i tre ex concorrenti. Il movente? Giorgio, Tullio e Carmela, che in una nottata milanese hanno cercato di entrare in discoteca dalla porta VIP, sono invece stati rimandati a fare la coda insieme a tutte le persone normali.

Nessun favore da VIP, come loro si aspettano da quando godono della notorietà di riflesso del Grande Fratello.

Non sei in lista” era la frase standard della finta buttafuori, ingaggiata da “Le Iene” per l’occasione e che, insieme a qualche apprezzamento sul look, spiegava ai tre concorrenti che non avrebbero potuto entrare in discoteca senza rispettare la coda.

Le reazioni dei Gieffini? Non memorabili. A parte Giorgio, che ha preso il rifiuto con la giusta filosofia, le reazioni di Tullio e Carmela hanno sfiorato il tragicomico.

Tullio, assolutamente non disposto a concepire il fatto di non essere stato riconosciuto, ha detto con boria:

Non sono un fake, sono l’originale! Forse non ci siamo spiegati: io ho fatto il Grande Fratello, 57 giorni. È una roba allucinante. Io non entro? Quanto ci scommettiamo che entro?

E mentre Tullio si attacca al cellulare per cercare la persona “che conta” che lo faccia entrare in discoteca, e dopo aver zittito la buttafuori dandole della “zia”, afferma:

È incredibile. Qua non mi stanno facendo entrare. Sono due le cose: o gli alzo le mani, o gli alzo le mani.

Calato il sipario su Tullio, arriva la reazione di Carmela, la peggiore di tutte. Arrogante e gratuitamente saccente, la promessa sposa di George tira fuori tutta la maleducazione possibile:

Tu per comprarti i vestiti che ho addosso io in questo momento devi lavorare due anni (…) Che cretina che sei, sei proprio una cafona cretina!