Campagna o città? Questo è l’eterno dilemma di molte persone, indecise se sperimentare la vita sana lontano dal traffico cittadino oppure non rinunciare alle comodità urbane. Una differenza non da poco, che a quanto pare non riguarda solo lo stile di vita, ma coinvolge una caratteristica fisica fondamentale per molti uomini: le dimensioni dei genitali.

Ebbene si, secondo una ricerca scientifica recente, c’è una disparità sessuale da non sottovalutare tra le dimensioni del pene di un uomo vissuto in campagna e quelle di un cittadino incallito. Lo studio, presentato all’interno della rivista “Archives of Pediatric and Adolescent Medicine”, è stato condotto da un gruppo di medici bulgari su un campione di oltre seimila ragazzi.

C’è una modesta ma significativa differenza per quanto riguarda le dimensioni del pene tra le popolazioni urbane e rurali.

Non solo gli esponenti di sesso maschile venuti al mondo in zone rurali presentano una lunghezza del pene maggiore già alla nascita, ma pare che anche la crescita dell’apparato genitale sia accelerata almeno fino alla pubertà.

Le cause, tuttavia, sono ancora sconosciute, e sicuramente c’è in ballo qualcosa di più che l’alimentazione sana e l’aria pulita respirata dalla madre. Dopotutto, il fascino del cowboy, magari a torso nudo e jeans attillati, è davvero intramontabile.