Quante cose la colazione può dire del sesso della notte prima? A livello conscio o inconscio, basta guardare la tazza, il piatto o il bicchiere che ci si trova davanti prima di andare al lavoro, per capire molte più cose della propria vita di coppia di quante non ci si aspetti. Perciò il primo insegnamento è: non fare colazione di fronte a estranei, si corre il rischio di diffondere informazioni delicate.

Colazione a base di yogurt? È chiaramente il segno che si è trascorsa la notte con qualcuno di cui si è innamorati ma che ancora non lo sa. Solo un caffè liscio? La notte prima dev’essere stata una cosa veloce, con non particolare soddisfazione. Caffè shackerato? No, non è il caldo a far optare per questa bevanda, ma la conseguenza di aver fatto sesso veloce, sotto la doccia. Solo una spremuta d’arancia? Sintomo di ansia da prestazione, con ben poco trasporto.

Colazione con uno smoothie? Occhio a non prenderlo di fronte ai colleghi perché è chiaramente il segno di sesso da ambizione, quello fatto la notte prima con il direttore o la direttrice per scalare le vette gerarchiche del proprio posto di lavoro. Latte e crusca? Facile: si è in una coppia stabile dove non si va oltre la posizione del missionario. Latte e avena? La nottata a letto è stata evidentemente insoddisfacente, dev’essere andata più o meno così: ci si è agghindate di tutto punto e lui nemmeno se n’è accorto. Colazione con i Cheerios? Si è avuto un incontro molto intimo con il proprio migliore amico, niente di male basta avere presenti le conseguenze potenzialmente difficili. Il muesli è più o meno come la crusca: indice di sesso pratico e sicuro.

Se si mangia solo mezza arancia o mezzo pompelmo, non c’è da disperare, significa solo che il proprio partner è la metà del proprio peso. Il croissant è subdolo: potrebbe evidentemente segnalare di aver fatto sesso di fronte a una telecamera. Una fetta di toast e basta? Si era ovviamente sotto l’effetto di alcol o stupefacenti. Fare colazione con una banana: spiace essere banali, ma è evidentemente un caso di insoddisfazione prettamente legata alle misure.

La voglia di pancake prende quando si è state prese da dietro, e per chi il sesso anale è ancora un tabù, meglio mangiarli in solitaria o con amiche intime. I waffle di mattina, o cialde calde spruzzate di miele o altra salsa iperdolce, denotano frustrazione, ergo incontro erotico freddino e comunque pensando a qualcun altro. Ma se fosse il caso di una bella ciambella in stile Simpson, si tratta di sesso con un qualunque sconosciuto, senza rimpianti, senza crucci.

Ma veniamo alle colazioni più interessanti. Un french toast di prima mattina è conseguenza di una notte bollente in chiave sadomaso, con manette, bende e frustini. Mentre il primo pasto a base di uova ha sempre presupposti intriganti. Uova strapazzate: sesso pratico, una mezz’ora soddisfacente e via. Uova in camicia: il partner attuale ha evidentemente il doppio dei propri anni. Uova sode: in realtà si odia il proprio compagno, inutile fingere oltre. Omelette? Si è provata una nuova posizione ma si è finite con un crampo. Le uova alla Benedict vincono. Pancetta, formaggio e salsa indicano una cosa sola: sesso prodigioso.

Fonte: TheGloss