È ufficiale: a rovinare la vita e l’attività sessuale delle donne britanniche è Internet, in particolare quello a portata di mano, che può facilmente entrare nella camera da letto. Stiamo parlando di iPhone e Blackberry, la tecnologia telefonica al momento più avanzata, che in Gran Bretagna distrae i mariti dai loro doveri coniugali e non permette loro di staccarsi dal mondo della rete e della posta elettronica neppure la sera, sotto le coperte.

A lamentare questa cattiva abitudine sono le mogli inglesi, intervistate nell’ambito di un sondaggio commissionato dal gruppo Bayer, e pubblicato sul Daily Telegraph.

Stando a quanto dicono le signore inglesi, i dispositivi portatili vengono preferiti a loro, persino nel letto, e favoriscono un allontanamento della coppia dal punto di vista sessuale. Ma questo non sarebbe l’unico fattore. Il 55% delle donne britanniche lamenta, tra le cause dei problemi della loro attività sessuale, anche gli orari di lavoro, l’83% la stanchezza, il 74% le troppe cose da fare. Stando quindi ai dati della ricerca, le donne britanniche fanno sesso in media 1,4 volte alla settimana, e sei su dieci di loro ha espresso il desiderio di avere una vita sessuale più attiva.

La ricerca ha inoltre approfondito le abitudini sessuali delle donne inglesi, e dai sondaggi è emerso che il 51 per cento di loro ha raggiunto il massimo dell’attività sessuale intorno ai 30 anni, mentre il 66 per cento intorno ai 20. Sono invece le donne che vanno dai 25 ai 34 anni a chiedere un’attività sessuale migliore. Ben due donne su tre, inoltre, criticano il modo con cui il partner si rapporta con loro a letto, e lamentano i pochi sforzi; quattro su dieci invece vorrebbero più complimenti, e una su tre vorrebbe avere più tempo libero. Molte di loro però, hanno anche ammesso di non prendere mai iniziativa! Siamo proprio sicure a questo punto che la colpa sia dei telefonini con connessioni Internet? O magari le mogliettine inglesi devono impegnarsi un po’ di più ad attirare l’attenzione di mariti e fidanzati?