Francia, Germania e Paesi Scandinavi dovranno mettersi l’anima in pace: gli italiani sono ancora sul podio quando si parla di sesso.

Secondo l’ultima ricerca C-date il sito di dating online per le relazioni senza compromessi leader in Europa – gli amanti del Bel Paese cercano nuove conquiste online e fanno più spesso l’amore.

Nella speciale classifica europea di C-date, gli italiani affermano di far sesso tutti i giorni (13%), stessa percentuale dei polacchi, contro l’11% della Francia e della Spagna, l’8% della Svezia, il 7% della Danimarca e appena il 5% della Germania.

In Europa soltanto un Paese, il sorprendente Belgio, ci batte col suo 14% di “frequent lover”.

=> Scopri come il sesso porti davvero la felicità

L’intervista, fatta a 8.000 persone, maschi e femmine, di età compresa tra i 20 e i 60 anni di tutta Europa, dimostra come, oltre alla felice minoranza dei cosiddetti “frequent lover”, nella geografia italiana dell’amore la maggioranza è composta da quel 54% che afferma di farlo in media una volta alla settimana (tendenzialmente in prossimità del week-end).

C’è poi un 15% che dice di farlo regolarmente una volta al mese, un 5% che pratica una sola volta in un periodo che oscilla tra i due e i sei mesi e un 3% che va a letto con qualcuno una sola volta l’anno.

Molto significativa la percentuale degli intervistati (ricordiamo che lo studio non contempla gli over 60) che non hanno fatto sesso nell’ultimo anno: l’11%..

I frequent lover italiani, a differenza di quello che si sarebbe portati a pensare, non sono i giovanissimi, ma hanno soprattutto fra i 35 e i 45 anni.

=> Scopri perché la mancanza di sesso è patologica

Non solo: in questa categoria di fortunati i più numerosi non sono  i single (21%), ma uomini e donne coinvolti in relazioni stabili (77%), che evidentemente praticano anche al di fuori del loro rapporto.

Infine, risulta che fare sesso con qualcuno che non si conosce, o che si conosce attraverso il web, è più eccitante e divertente per il 37% degli italiani.

=> Scopri perché aspettare nel sesso

Le pulizie di primavera, dunque, possono anche aspettare!