Gli adolescenti hanno superato mezzi come giornali e DVD per scoprire il sesso, da sempre argomento che desta in loro una grandissima curiosità: adesso ricorrono a Internet per trovare tutte le informazioni che cercano, e una parte di essi ha anche rapporti intimi con persone conosciute online.

Questo è quanto emerge da una recente ricerca condotta da Save the Children, dal titolo “Sessualità e Internet: i comportamenti dei teenager italiani”, che evidenzia come i giovani di oggi utilizzino sempre più il web non solo per soddisfare la loro curiosità sul sesso e per rispondere alle domande che si è soliti porsi a quell’età, ma anche per sperimentare la propria sessualità.

Galleria di immagini: Baci

Un ragazzo su tre ha dichiarato di aver ricevuto messaggi con riferimenti sessuali e poco più della metà dei ragazzi dell’età compresa tra i 14 e i 15 anni ne hanno inviato almeno uno. Un terzo trasforma i propri contatti online in incontri reali, e più nello specifico il 27% si da appuntamento con qualcuno conosciuto virtualmente, il 19% riceve immagini o video di nudo o seminudo da qualcuno che ha conosciuto su Internet e il 13% le invia, mentre il 17% ha rapporti intimi con persone conosciute sul web.

I dati sembrano decisamente inquietanti, visto che su Internet si incontrano sconosciuti e non si sa mai tra le braccia di chi si potrebbe capitare. Bisogna prestare dunque sempre attenzione e non fidarsi, visto che è a forte rischio la propria incolumità. La situazione sembra tra l’altro precipitare di anno in anno, spiega Valerio neri, Direttore Generale Save the Children Italia:

Questi dati dicono in modo eloquente come i ragazzi e le ragazze utilizzino la rete per esprimere e sperimentare a 360 gradi la loro sessualità. Non solo si espongono alla visione di immagini, foto, messaggi a sfondo sessuale ma espongono loro stessi, in prima persona, fino ad arrivare al contatto off line cioè all’incontro intimo vero e proprio con persone conosciute via web; è fondamentale che i ragazzi e le ragazze capiscano che non esistono mondi virtuali perché quello che si fa su Internet o con il cellulare ha un impatto diretto e concreto sulle loro vite, quindi ogni azione deve essere ponderata e valutata nelle sue possibili conseguenze positive o negative perché stiamo tirando in ballo la nostra vita, i nostri sentimenti, la nostra sfera più personale e intima.